Lions Club Lodi Europea

Lions Club Lodi Europea

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

A Lodi il Lions Day si moltiplica per tre

In quel di Lodi il Lions Day è iniziato ben prima della fatidica data del 7 aprile, con l’esposizione, a partire dal 31 marzo, dei migliori Poster per la Pace in ben ventisei esercizi commerciali della città per il concorso “Una vetrina per la pace”, giunto alla sua quarta edizione e organizzato in collaborazione con l’ASVICOM, l’associazione dei commercianti.
Il 3 aprile nell’Auditorium del BPM si è svolto invece l’incontro con studenti delle scuole superiori intitolato “Distrazione e vulnerabilità”, che ha visto la Dott.ssa Patrizia Villano, Comandante della Polizia Stradale di Lodi, illustrare filmati sul tema della sicurezza stradale, nonché la testimonianza di Erika Novarria, una boxeur paralimpica che ha saputo superare l’invalidità derivatale da un grave incidente. Sul palco gli studenti stessi si sono poi cimentati nell’uso del simulatore di guida, toccando con mano cosa comporti condurre un’auto dopo aver bevuto molto, assunto droghe o, semplicemente, dopo un pasto abbondante.
Il 7 aprile le pessime previsioni meteo non hanno scoraggiato i molti volontari della Croce Rossa, che hanno installato in Piazza Vittoria tende, gazebi, una roulotte sanitaria e un’astanteria, consentendo così al pubblico di usufruire dei molti servizi proposti, ovvero la misurazione del colesterolo e della glicemia, la prenotazione di visite senologiche gratuite, conversazioni con un diabetologo dal titolo “Sai cos’è la diabesità”?, elettrocardiogramma, esami della vista con l’autorefrattometro e sportello di igiene dentale, con consulenza in tema di apnee notturne.
Molto gettonati anche il presidio della Polizia Stradale, che ha messo nuovamente a disposizione il simulatore di guida, e le dimostrazione dell’uso del defibrillatore in collaborazione con l’associazione “Amici del Cuore” di Lodi; partecipata anche la raccolta di occhiali usati.
Il Lions Day, patrocinato dal Comune, non poteva trovare miglior conclusione del momento dedicato alla premiazione dei Poster per la Pace e della vetrina più bella, che ha visto grande partecipazione di pubblico e la soddisfazione dei sei studenti premiati.
Gli otto club coinvolti (Lodi Host, Lodi Torrione, Lodi Quadrifoglio, Lodi Europea, Ager Laudensis New Center, Sant’Angelo Lodigiano, Lungo Adda Lodigiano e Leo Lodi Barbarossa) incassano il successo della manifestazione, che acquista sempre maggior significato grazie alla generosa adesione e incisiva collaborazione di enti, pubblici e non, di associazioni private e di tanti volontari, in una corale azione al servizio della cittadinanza.

M.L.

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Visita del Governatore

Il LC Lodi Europea ha accolto, in un’atmosfera di serenità ed amicizia, il Governatore del Distretto 108 Ib3 Giovanni Fasani, accompagnato dalla consorte Giovanna Ghiringhelli e dal Segretario Distrettuale Giorgio Bianchi, alla presenza del 1° Vicegovernatore Cesare Senzalari e dei Past Governatori Adriana Cortinovis Sangiovanni e Dino Gruppi, del Presidente di Zona Alberto Zambelli e della Presidente Leo Barbarossa Vittoria Senzalari.
Durante la serata, il club è stato onorato di accogliere fra i suoi soci la dott. Francesca Marinella Fusto, presentata dalla Presidente del Club Past Governatore Laura De Mattè Premoli, che ne ha letto il nutrito curriculum: laurea in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma, attualmente Vicario del Questore di Lodi, dopo numerosi e qualificati incarichi presso le Questure di Milano e Catanzaro nell’ambito dei quali, oltre alle attività ad essi connesse, ha partecipato e diretto numerosi servizi di ordine e sicurezza pubblica, oltre che di prevenzione e controllo del territorio per il contrasto di fenomeni criminosi presso la Direzione Interregionale per le Regioni Lombardia ed Emilia Romagna. La dott. Fusto è sempre stata vicina al Club nelle sue attività di servizio con amicizia e grande disponibilità. Il Governatore Distrettuale si è complimentato con la Presidente e con tutto il sodalizio per la forte capacità di retention dei soci presenti, ma anche di extension, avendo accolto come socio onorario, durante la Charter, anche il Vicario Generale della Diocesi di Lodi don Bassiano Uggè.
Laura De Mattè Premoli ha sottolineato la preziosa collaborazione di tutti i soci, ai quali sta veramente a cuore svolgere un’attività propositiva, al passo con le attuali problematiche culturali, sociali e morali, interpretando con azioni concrete i valori ed i contenuti della mission della nostra Associazione. Tra i services più importanti è stata citata l’opera di assistenza presso il Centro d’Incontro, intitolato al Past Presidente prematuramente scomparso Mons. Virginio Andena, centro che opera a Lodi per favorire la socializzazione e la creatività di persone disabili, avvalendosi dell’assistenza di operatori volontari soci del LC Lodi Europea e dell’AVULSS di Lodi, coordinati da Marica Moro Malaraggia. Numerosi contributi sono stati dati all’Associazione Cani Guida Lions, al Libro Parlato, alla Fondazione del Lions Club International, LCIF (alla fine di marzo sarà organizzato un concerto di raccolta fondi del violinista Aldo Campagnari) per la lotta al morbillo ed al diabete, alla ONLUS Manenobiscum, all’Alfa Omega, al Progetto MICIA per l’istruzione domiciliare (sarà per questo organizzato in giugno un concerto Gran Gala della musica presso l’Auditorium BPL di Lodi), allo screening visivo Sight for Kids, alle Nuove Povertà ed all’Associazione Malattie Killer. Anche la cultura, di cui la Presidente è Coordinatrice distrettuale, rientra tra gli obiettivi primari, con il convegno organizzato a Crema “INTERconNETtiamoci...ma con la testa”, quello sul restauro della Chiesa settecentesca di S. Chiara Nuova a Lodi e la collaborazione con l’Associazione “Poesia, La Vita”presso il Centro Studi Ada Negri, al fine di incentivare il ricordo e le attività di ricerca intorno alla poetessa ed al suo mondo.

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Alfabetizzazione emotiva nell'era digitale"

Relatore: Dott. Rocco Briganti, consulente per il progetto M.I.C.I.A. dei Lions del Lodigiano, esperto in Psicologia del disagio psico-fisico - Istituto Comprensivo Don Gnocchi
Si è conclusa con una sala piena di attentissimi genitori la riuscita iniziativa “Scuola per genitori: viaggio informativo in 3 incontri per riflettere su sostanze stupefacenti e uso del digitale”, ideata dall’Istituto Comprensivo Don Gnocchi in collaborazione con il Comune di san Colombano al Lambro, l’Oratorio Don Bosco, l’Arma dei Carabinieri e i Lions Club del Lodigiano.
Nel terzo incontro dedicato appunto all’alfabetizzazione digitale, abbiamo colto l’occasione per illustrare il ruolo dei 12 Lions Club della Provincia di Lodi che hanno provveduto, con un service comune, al finanziamento del PROGETTO M.I.C.I.A. per la prevenzione della pedofilia e del cyberbullismo, attuato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Lodi e l’Ufficio di Piano del Comune di Lodi. Il progetto da tre anni viene svolto nelle scuole Primaria e Secondaria di Primo e di Secondo grado, con il coinvolgimento di genitori, insegnanti e studenti, con obiettivi differenziati a seconda del target. Avviato in numerose scuole del Lodigiano, è gestito da Psicologhe del territorio formate dal Dott. Rocco Briganti della Cooperativa “Specchio Magico” di Olginate (LC).
Grazie ad una serie di video mirati, il Dott. Briganti, relatore della serata, ha catturato subito l'attenzione dei circa 100 genitori presenti, che si sono trovati, per una volta, ad occupare i banchi di scuola dei loro figli.
Si parla di alfabetizzazione emotiva in un momento storico in cui la diffusione dei social e l’utilizzo del web non sono solo appannaggio dei giovani ma vedono anche i genitori costantemente connessi e assidui utilizzatori di smartphone e tablet. Attenzione, esorta il Dott. Briganti, i bambini ci osservano, i bambini ci imitano e da questa osservazione ed imitazione traggono e fanno propri i significati delle cose del mondo. Ma per farli crescere in autostima, in capacità di riconoscere e prendere in considerazione le loro emozioni ed i loro significati e sviluppare la capacità di resilienza per affrontare situazioni difficili (dalla litigata con l’amichetto all’adescamento di un malintenzionato) occorre pre-occuparsi, cioè occuparsi prima, quando sono piccoli e possono essere abituati a sentirsi liberi di esprimere le proprie emozioni e di dare il loro significato alle cose, dando spazio ai loro racconti e ascoltandoli senza condizionarli con i nostri vissuti di adulti.
Il web è oramai il luogo dove i nostri figli vivono, sempre connessi, le loro relazioni ed emozioni e quindi si rende indubbiamente necessario informarli ed educarli ad un uso corretto di questi strumenti che possono diventare pericolosi non perché lo siano di per sé ma per come vengono usati. Alzare la testa (noi adulti e loro ragazzi) dai mezzi tecnologici ci permette di recuperare lo sguardo e il contatto visivo con la realtà vera, non quella filtrata dai “like” di un social; dare (e darsi) alcune regole sul fermarsi e disconnettersi creando alternative valide per tutta la famiglia significa recuperare tempi e spazi per loro e per noi. Come era prevedibile, la serata si è conclusa con un gran numero di domande da parte dei genitori su come poter applicare al meglio quanto emerso durante l'incontro.

Silvana Anzellotti e Clorinda Barelli

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"INTERconNETtiamoci... ma con la testa"

Adriana Cortinovis Sangiovanni, Coordinatrice dei Comitati Comunicazione Esterna ed Interna e Cittadinanza Umanitaria Attiva del Distretto Lions 108 Ib3, che comprende le provincie di Cremona, Lodi, Pavia e Piacenza, unitamente a Laura De Mattè Premoli, Coordinatrice del Comitato Cultura ed Arte dello stesso Distretto, hanno organizzato l’importante Convegno “INTERconNETtiamoci ...ma con la testa”, con relatore l’ing. Piero Fontana. I ragazzi presenti, con molto anticipo, rispetto alla loro età, hanno potuto sperimentare una lectio magistralis, grazie alla generosa disponibilità e collaborazione di Unicrema, libera Università per Adulti, che ha concesso l’uso gratuito dell’Aula Magna e delle strumentazioni, grazie al prof. Vincenzo Cappelli, presidente di Unicrema e della Proloco che, anche a nome del prof. Don Marco Lunghi, direttore dei Corsi, ha espresso la propria soddisfazione per la collaborazione ad un evento così significativo per i ragazzi e per tutta la cittadinanza.
Naturalmente, per dar vita ad un evento di queste proporzioni, un grazie particolare è andato al Banco Popolare per il Territorio, nella figura del Presidente, dott. Giorgio Olmo e del Consigliere, rag. Nino Caizzi, che ha identificato l’apertura e la sensibilità di sempre dell’Istituto bancario ad iniziative di carattere culturale ed umanitario a favore della cittadinanza. Altri due sponsors sono stati: Nichetti Autotrasporti di Chieve e Vivaio-Fiori di Giovanni Pizzamiglio di Spino D’Adda.
E' stata una giornata particolarmente importante, perché ha visto moltissimi adulti e ragazzi presenti, per ascoltare, imparare, affrontare uno dei problemi che maggiormente caratterizzano la nostra quotidianità: i rischi che corrono i giovani attraverso la navigazione in rete.
Però non si è trattato di identificare solo i pericoli, ma anche e, soprattutto, conoscere le strategie per evitarli.
Ecco perché numerosissimi sono stati i ragazzi, più di 200, presenti grazie alla sensibilità ed alla lungimiranza dei Dirigenti Scolastici che hanno aderito all’iniziativa. La Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Rita Levi Montalcini” di Bagnolo, Vaiano, Monte e Chieve, prof. Paola Orini, ha espresso, anche a nome della Dirigente dell’Istituto Comprensivo “P. Sentati” di Castelleone, Vilma Stradiotti, la propria soddisfazione per essere concretamente vicini alle esigenze di una società che cambia con soluzioni ed interventi informativi e preventivi. Era presente anche il Dirigente Scolastico del plesso Crema 2, prof. Pietro Bacecchi, oltre a molti adulti, genitori, nonni, insegnanti e persone che vivono quotidianamente in rapporto con i giovanissimi.
Il merito di questo Convegno è stato quello che, nonostante le apparenti difficoltà di dialogo, ha visto riunite varie generazioni per un utile e costruttivo confronto.
La giornata è stata aperta secondo il consueto cerimoniale Lions, con l’ingresso delle bandiere, accompagnate dall’inno nazionale islandese, in onore della Presidente Internazionale Gudrun Yngvadottir, quella europea accompagnata dall’”Inno alla gioia” e quella italiana, accompagnata dall’Inno italiano e portate, rispettivamente, da due alunni dell’Istituto Comprensivo di Bagnolo e dal Segretario del LC Castelleone Luigi Manfredoni.
Dopo la lettura delle finalità del Lions Club International, che “mira a partecipare attivamente al bene civico, culturale, sociale e morale della comunità” e ad “unire i club con vincoli di amicizia, fratellanza e comprensione reciproca”, sono stati salutati i graditissimi ospiti: il Governatore Distrettuale Giovanni FASANI, l’Immediato Past Governatore Giovanni Bellinzoni, il 1 Vice Governatore Distrettuale Angelo Chiesa, il Past Governatore Franco Marchesani, il GMT Moreno Poggioli, Il Segretario Distrettuale Giorgio Bianchi, il Presidente della Zona A della III^ Circoscrizione Alberto Zambelli, molti Officers distrettuali ed i Presidenti del LC Crema Host Francesco Maestri, del LC Soncino Gianfranco Vailati, del LC Crema Serenissima Elda Zucchi, del LC Castelleone (rappresentato da Luigi Manfredoni), del LC Pandino il Castello (rappresentato da Mariarosa ed Enrico Stellardi), del LC Lodi Europea Laura De Mattè Premoli, del LC Lomellina Riva del Po Mariarosa Morandi Moncalieri, del LC Bettola Val Nure Romeo Albertelli, oltre a numerosi soci ed Officers Distrettuali, tra cui Evelina Fabiani e Magda Franzoni, componenti dei tre Comitati organizzatori.
L’Assessore alla Cultura Emanuela Nichetti è intervenuta a sottolineare l’importanza di un intervento formativo di alto livello come questo per arginare molte devianze ed errate sollecitazioni a cui sono soggetti i giovani di oggi.
Anche i Sindaci di Monte Cremasco, avv. Giuseppe Lupo Stanghellini e di Vaiano Cremasco, dott. Paolo Molaschi, hanno espresso il loro apprezzamento e la loro vicinanza ad un evento che ha coinvolto molti ragazzi della propria comunità.
Un sentito riconoscimento è stato indirizzato anche agli iscritti dell’Unicrema, sempre presenti e partecipi ad iniziative che interessano il territorio.
Ha preso, poi, la parola l’ing. Piero Fontana, Colonnello del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito, attualmente in servizio a Roma come Capo della Divisione “Sistemi Informatici” della Direzione per l’Informatica, la Telematica e le Tecnologie Avanzate del Ministero della Difesa. E’ un lions, socio del LC Cecina (Livorno) e membro dell’International Information Security System Certification Consortium, una delle più importanti Associazioni che, nel mondo, promuovono la conoscenza, la formazione e lo sviluppo nel campo della Sicurezza. In tale Associazione, è membro del Gruppo di Lavoro sull’Educazione alla Sicurezza Informatica, che lavora su vari temi di sensibilizzazione, consapevolezza e coinvolgimento nelle Scuole Primarie e Secondarie.
L’ing. Fontana ha identificato un grave problema: la navigazione in rete è fonte di rischi, ma non tutti, ragazzi ed adulti, ne hanno piena cognizione. Internet rappresenta, fin dalla sua nascita, il regno della libertà, ma ci si dimentica di precisare che si tratta di una libertà molto più ampia di quelle finora conosciute, non soltanto perché fa uso di una tecnologia molto potente, ma anche perché, in gran parte, è rimessa all’arbitrio di chi la esercita e, di conseguenza risulta molto più pericolosa per i diritti altrui. Dopo un excursus sulla velocità con cui si è evoluta la tecnologia, il relatore ha spiegato che, proprio per questo, si sono trovati, in gran parte, impreparati i genitori, i nonni, gli insegnanti e gli adulti che, da sempre, hanno, invece, svolto un ruolo fondamentale nell’educazione e nella crescita dei minori. Ecco perché è necessario conoscere bene le regole dei programmi che si usano sul PC, sugli smartphone e tablet, mantenere aggiornate le difese dei mezzi informatici, usare solo software provenienti da fonti sicure e curare la privacy nei Social Network. Con un approccio improntato ad una simpatica interazione con gli studenti, il relatore, con slides interessanti e di impatto immediato, ha invitato a selezionare bene i contatti con i quali scambiare informazioni, foto e video, a riflettere bene prima di postare foto, video, o solo pensieri, ad usare password criptate e non da condividersi, a comportarsi come è auspicabile, rispettando gli altri. E’ inoltre importante segnalare abusi e, se necessario, chiedere aiuto.
Cosa non fare? Rispondere a messaggi “imbarazzanti”, fissare appuntamenti con persone conosciute sulla Rete, fornire informazioni personali, aprire allegati di mail provenienti da fonti non sicure, scaricare musica e programmi illegalmente e fornire indicazioni su dove siamo e cosa facciamo in ogni istante, al fine di prevenire guai seri.
Il Governatore Distrettuale Giovanni Fasani, nell’esprimere la propria soddisfazione per questo intervento, improntato all’acquisizione di norme fondate sul rispetto dei principi improntati alla prudenza, alla discrezione ed alla riservatezza, per un uso consapevole e responsabile della Rete da parte di giovani ed adulti, si è complimentato per questo intervento fattivo, organico e completo, che ha aperto nuovi orizzonti di comportamento. Non per niente, “INTERconNETtiamoci...ma con la testa” verrà proposto come Service Nazionale al Congresso Nazionale Lions di Montecatini Terme.

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Festa degli Auguri

S’è tenuta martedì 18 dicembre presso la sede del Lions Club Lodi Europea, in via XX settembre a Lodi, la tradizionale serata di amicizia e solidarietà di fine anno che ha visto la presenza del vice Governatore del Distretto 108 IB3 Cesare Senzalari, del Past Governatore Franco Marchesani (candidato a Direttore Internazionale), del Presidente del Lions Club Lodi Torrione Renzo Tansini, di Silvia Scavuzzo, Presidente del neonato Soroptimist di Lodi e di Rodolfo Regorda, Presidente del Circolo di Lettura e Ricreazione . Una bella atmosfera natalizia ha avvolto l’incontro conviviale che è stato animato dalla musica di Tiziano Chiapelli, straordinario fisarmonicista, artista di fama internazionale e docente all’Accademia Gerundia. Ma il momento di festa si è anche tradotto in un gesto di solidarietà grazie alla lotteria destinata al sostegno delle iniziative del Lions Club Lodi Europea volte al benessere della comunità. La Presidente Laura De Mattè Premoli, dopo aver augurato ai soci e ai loro familiari un Natale sereno e un anno nuovo ricco di soddisfazioni e di realizzazioni, ha portato anche i saluti e gli auguri dei Presidenti Mario Torri del Lions Trophy e Beniamino Sazio del Libro Parlato Lions e dei Past Governatori Adriana Cortinovis e Dino Gruppi che non hanno potuto partecipate alla serata. La Presidente De Mattè ha poi ringraziato coloro che hanno sostenuto nel corso del 2018 il Lions Club Lodi Europea nella realizzazione della propria attività di servizio: Ettore Cattani (presidente della Pro Loco), Marika Moro, Viviana Rota , Giuseppe Malaraggia e i volontari che operano presso il “Centro di incontro per disabili Mons.Virgino Andena”, centro sorto per favorire la socializzazione di soggetti disabili avvalendosi dell’assistenza dei soci del Lodi Europea e dei volontari dell’Avulls; Ornella Abbà per il service “Adozione a distanza”; Giuseppe Rossi per il service “Sight for kids”; monsignor Mario Ferrari della comunità Mane Nobiscum; Eleonora Lorenzetti per il service “Nuove povertà”; Davide Fenini della comunità Alfa Omega presieduta dalla socia del Club Marilena Seminari.
Questa comunità continua l’impegno per il recupero di persone disadattate, tossocodipendenti, alcolisti e di altre emergenti emarginazioni sociali dando loro una forte possibilità di recupero della vita e della dignità umana e garantendo contemporaneamente un po’ di sollievo ai loro familiari.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Le leggi antiebraiche ed il mondo musicale

Presso il Circolo di Lettura, il LC Lodi Europea, presieduto da Laura De Mattè Premoli, si è svolta una conferenza, che ha avuto come fulcro le leggi razziali promulgate dal fascismo, che colpirono i circa 40.000 ebrei italiani, con provvedimenti a livello sociale ed economico. L’Italia di Mussolini si era adeguata alla legislazione antisemita della Germania nazista, che portò al genocidio di 6 milioni di persone. Durante la serata, curata dal socio Maurizio Schiavo, Simonetta Heger, musicista e docente al Conservatorio Verdi di Milano, ha illustrato il crescendo del sentimento razzista attraverso immagini eloquenti, incominciando dallo scalone dell’Università di Torino, dove è stata allestita una mostra ad hoc, in cui, su ogni gradino, è rappresentato il nome di molti perseguitati, tra cui tre suoi parenti ebrei. “L’uomo fascista doveva essere perfetto”, quindi non poteva tollerare la presenza, nel regime, di persone di razza non ariana. Anche molti musicisti, come Mendelssohn, Mahler, Schonberg, hanno vissuto le conseguenze assurde di queste leggi antisemite che, in un momento successivo, sono state varate anche in Italia ed hanno portato alla pubblicazione di un elenco dei musicisti ebrei da eliminare. La persecuzione più crudele consisteva nel far loro suonare marcette e valzer per accompagnare i loro compagni nelle camere a gas. Provvedimenti speciali furono adottati anche nel settore dello spettacolo, contro registi, attori, corpo di ballo, personale operante nei teatri ed addirittura spettatori. Molti compositori ed esecutori, la cui tragica biografia è stata raccontata dalla prof. Heger, sono stati costretti ad emigrare e ad andarsene dall’Italia. Al grande maestro Arturo Toscanini è spettato il merito di aver aiutato molti musicisti ebrei. Alla relatrice spetta il merito di aver iniziato la scoperta di questi autori, tra cui Aldo Finzi. A conclusione della conferenza, il soprano Elisabeth Hertzberg, accompagnata al pianoforte da Heger, ha eseguito cinque liriche per canto e pianoforte di questo importante musicista, la cui musica rimase nascosta fino a 30 anni fa; un concerto breve, ma di altissimo livello, che ci ha fatto scoprire la bellezza di un’arte colpita e mortificata da leggi assurde: addirittura ai compositori ebrei fu proibito di pubblicare le proprie opere, le orchestre furono epurate dai musicisti ebrei, gli insegnanti dei conservatori e delle accademie vennero licenziati e gli studenti si videro rifiutare l’iscrizione al nuovo anno scolastico. Ora la rivalutazione è in atto, per riportare alla luce capolavori che, dal lontano 1938, sarebbero stati destinati al silenzio.

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Polvere di Stelle"

Lo scorso sabato 17 novembre alle ore 21.00, il Lions Club Lodi Europea ha organizzato presso il Circolo di Lettura e del Bridge di Lodi, una serata di beneficenza a favore del Centro d’Incontro per disabili Mons. Virginio Andena” e “Le nuove povertà”. Una location particolare e raffinata che ben si intona al genere di spettacolo che ha fatto rivivere le emozioni e le canzoni di un tempo passato, ma che non vuole invecchiare e di cui forse abbiamo un po’ di nostalgia : Il Varieta’. “ In scena con “Polvere di stelle” un connubio ormai collaudato: il comico- cantante ed eclettico uomo di spettacolo Gigi Franchini, attorniato dalle ballerine della scuola d’Arte e spettacolo Il Ramo di Lodi che con la danza e il canto hanno contribuito alla buona riuscita della serata. Al pianoforte Paolo Marconi. Insomma un gustoso intrattenimento con quel pizzico di ironia e di genuina comicità che oggi non guasta mai. Una particolare menzione va al giovanissimo tenore Manuel Caputo che ha interpretato con successo alcuni brani famosi tra cui: “ Tu che m’hai preso il cuor”, O fanciulla all’imbrunir”.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Contro pedofilia e cyberbullismo in campo i Lions club della I Circoscrizione

Grande successo per la serata svoltasi il 18 ottobre al ristorante “Il Fondaco dei Mercanti” di Moscazzano, organizzata dai Lions club della I Circoscrizione per raccogliere fondi a favore del progetto M.I.C.I.A. (Mai Infrangere Creature Innocenti Abusandone), nato tre anni fa con l’intento di organizzare nell’ambito scolastico mirati e diversificati interventi di prevenzione riguardo a problematiche di allarmante diffusione.
La riuscita dell’evento, configurato come una simpatica gara tra i partecipanti a indovinare brani musicali proposti dal gruppo “Uva Rara”, ha testimoniato l’interesse riscosso da tale progetto, che vede i Lions club del Lodigiano operare in sinergia per il suo alto rilievo sociale.
All’esito positivo ha di certo contribuito il “Fondaco dei Mercanti”, che ha dato prova di grande sensibilità e generosità.
Il progetto M.I.C.I.A., che si avvale della collaborazione dell’Ufficio di Piano del Comune di Lodi, dell’Ufficio Scolastico Provinciale e delle istituzioni scolastiche, è articolato in tre modelli di coinvolgimento, rivolti ai bambini della scuola primaria per trattare il tema dell’abuso sessuale, ai ragazzi della scuola secondaria di 1° grado per offrire modalità di comportamento che li mettano al riparo dai pericoli derivanti dall’uso di internet e infine agli studenti della scuola secondaria di 2° grado per sensibilizzarli sul rischio del cyberbullismo nella rete.
Il tutto con l’intervento di un’équipe di psicologi esperti in tali campi, operanti in sintonia con insegnanti e genitori.
Il progetto ha riscosso notevole successo ed è stato accolto nello scorso anno scolastico in ben diciannove scuole di quindici Comuni del Lodigiano, coinvolgendo complessivamente mille duecentocinquanta tra bambini e ragazzi, duemilacinquecento genitori e centocinquanta insegnanti.
Al di là dei numeri, che pure sono fonte di soddisfazione per i Lions del territorio, ciò che maggiormente conta è l’aver attivato una valida rete di protezione a difesa di bambini e ragazzi.

M.L.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Lions Apertura della Prima Circoscrizione

L’apertura della Prima Circoscrizione Lions del distretto 108ib3 si è svolta venerdì 21 settembre presso il ristorante Le Gerette di San Colombano al Lambro. La cerimonia è iniziata con la consegna bandiera islandese del presidente internazionale ai presidenti dei club e con l’invito a suonare la campana all’unisono, come ha fatto ciascuno degli oltre quarantaseimila club lions nel mondo per sottolineare l’unità e la comunione di intenti.
La dr.ssa Elena Piovanelli, dietista e protagonista della serata, ha introdotto l’argomento della relazione dal titolo Ciak si mangia: Aliment Azione! : “La dieta ha spesso un’accezione negativa, chi è a dieta è costretto a un regime finalizzato al dimagrimento. Io preferisco pensare la dieta come ad un sistema di corretta alimentazione che porta a riequilibrare e far star meglio la persona. Per fare questo occorre rivolgersi a persone competenti in materia, le diete fai-da-te, le gluten free per i non celiaci, i consigli degli influencer sui social, non hanno basi scientifiche e quindi non vanno presi in considerazione. Anche i cibi miracolosi o super alimenti devono essere attentamente introdotti assieme ad un professionista della nutrizione, proprio per evitare scompensi e disturbi”. Molte le domande dal pubblico, “Particolare interesse hanno suscitato i disturbi alimentari” continua la dr.ssa Piovanelli “Diversi giovani sono interessati a tali disturbi, sia che si identifichino come anoressia, bulimia, BED… sono problemi che rispecchiano un disagio psicologico assolutamente da non sottovalutare: osservate i vostri ragazzi e se notate che cambiano il rapporto con il cibo, parlatene con loro, chiedete aiuto al vostro medico o pediatra che vi indirizzerà verso specialisti e associazioni qualificati”. La relatrice passa poi a qualche consiglio da mettere subito in pratica, come quello di considerare le verdure non come un semplice contorno, ma come un piatto protagonista. “I bambini vanno abituati al consumo di frutta e verdura, alimenti base per una corretta alimentazione. Anche le materie prime rivestono un ruolo importante, avere un piccolo orto, consumare alimenti di stagione, conoscere la provenienza di quello che mangiamo è fondamentale” sostiene la dr.ssa Piovanelli in chiusura di serata, concordando con il pensiero del filosofo tedesco Feuerbach “Noi siamo quello che mangiamo”.

Giovanni Battista Corsico
Addetto Stampa I Circoscrizione 108ib3

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page