Lions Club Bettola Val Nure

Lions Club Bettola Val Nure

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia
Foto del primo banco a Farini in cui sono presenti i due Soci Mariateresa Zambelli e Platè Bonfiglio.

Continuano le iniziative per i Service

Dopo il concerto di questa estate in cui è stata premiata la cantante di origini bettolesi Aida Cooper e la Charter per il ventennale del Club, in cui si è festeggiato anche il conferimento della cittadinanza onoraria, su iniziativa del club stesso, al primo oboe dei Berliner Philarmonicher Christoph Hartman socio onorario del Club, continuano le iniziative del Bettola Val Nure in cui i soci temerari sfidando la neve ed il freddo hanno dato vita ai banchetti per offrire riso e cioccolato di Modica raccogliendo fondi destinati all’ecografo per il Punto di Primo Soccorso di Farini.
L’iniziativa, partita l’08 Dicembre a Farini, in una giornata fredda, è proseguita il 16 e il 17 Dicembre sotto la neve a Bettola e continuerà anche poi a Ponte dell’Olio in un prossimo fine settimana.

Vanessa Grisi
Addetto stampa IV Circoscrizione

Fotografia
Foto del 17 Dicembre a Bettola sotto la neve (ma al riparo dell’arco) in cui sono presenti il Presidente Romeo Albertelli e le Lion Giovanna Zanazzi e Natalina Spadaro.
Fotografia
Nella foto, in forma molto semplic,e cosa è presente sui banchi per mostrare lo scopo dell’iniziativa.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Al via il corso per amministratori di sostegno organizzato da tutti i Club Lions della IV Circoscrizione

Il Service è promosso e organizzato da tutti i Club della IV Circoscrizione del Distretto Lions 108 IB3 con il sostegno del Centro di Servizi per il Volontariato (SVEP) e della Fondazione Pia Pozzoli Dopo di Noi di Piacenza.
Il corso, che si tiene presso la sede SVEP di Piacenza, prevede un ciclo di sei incontri formativi tenuti da soci relatori Lions in rappresentanza dei rispettivi undici club del territorio di appartenenza (zona A e zona B) che mettono a disposizione le proprie competenze professionali nel settore legale, fiscale, patrimoniale e sanitario per offrire una spiegazione tecnica della legge 6/2004 alle persone che vogliono ricoprire il ruolo di Amministratore di Sostegno.
Questo importante istituto di protezione giuridica, introdotto nel codice civile dall’anno 2004, è destinato a tutelare con la minore limitazione possibile della capacità di agire le persone prive, in tutto o in parte, di autonomia nelle funzioni della vita quotidiana e grazie alla sua flessibilità ha acquisito nel tempo un ambito di applicazione sempre più ampio, rendendo residuali i tradizionali istituti della interdizione e della inabilitazione.
Il ciclo di incontri prevede anche un appuntamento con tre Giudici Tutelari del Tribunale di Piacenza che nel portare la concreta applicazione dell’istituto giuridico nella nostra comunità si sono resi disponibili a rispondere ai quesiti dei partecipanti.
Al termine del corso a tutti gli iscritti verrà rilasciato l’attestato di frequenza e il materiale illustrativo con una sintesi chiara delle singole relazioni in preparazione allo svolgimento dell’attività di Amministratore di Sostegno.
Tra gli aspetti più significativi di questo progetto, oltre alla collaborazione dei Lions con importanti associazioni del territorio, vi è l’intento voluto dal Presidente di Zona A Andrea Musile Tanzi e dal Presidente di Zona B Claudio Tagliaferri di lavorare tutti insieme, per incrementare l’importanza di service condivisi volti a valorizzare l’unione tra i soci di clubs appartenenti alle zone.
Un service prezioso, un esempio concreto di realizzazione dell’etica lionistica, del nostro motto WE SERVE, un modo importante per realizzare in maniera costruttiva quel valore di “cittadinanza attiva” che l’Associazione Lions sta attuando da diversi anni ponendosi, con la disponibilità e la gratuità, le esperienze e la professionalità dei propri soci, al servizio della comunità e di chi ha bisogno.
Un grande grazie agli organizzatori, al Presidenti di zona A Andrea Musile Tanzi, al Presidente di zona B Claudio Tagliaferri, a tutti i Clubs della IV Circoscrizione ed, in ultimo, ma non per importanza, ai singoli soci lions, relatori al convegno per l’adesione al progetto, l’impegno reso e la disponibilità dimostrata.

Vanessa Grisi
Addetto stampa IV Circoscrizione

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

I Lions a Piacenza per "Futuro in Salute 2018"

Dopo il successo della scorsa edizione, anche quest’anno i Lions della IV Circoscrizione del Distretto 108 IB3 si pongono al servizio della cittadinanza con visite , controlli sanitari e test gratuiti, in un’ottica di sussidiarietà orizzontale che caratterizza sempre più l’azione della nostra Associazione.
Nell’ambito della nuova edizione di “Futuro in Salute”, la maggior manifestazione provinciale dedicata a prevenzione e stili di vita, tenutasi a Piacenza, nelle giornate del 5 e 6 ottobre 2018 , organizzata dall’AUSL, 118 e dal Comune di Piacenza, l’Associazione Internazionale Lions era presente con stand, volontari e personale medico, tutti rigorosamente lions.
Tra i focus Lions di quest’anno: il Progetto Martina, l’esame ortottico della vista per i bambini in età prescolare, l’esame audiometrico per le capacità uditive, la pletismografia, cioè il controllo della velocità di circolazione del sangue e la spirometria.
Nonostante il maltempo sono stati numerosi i piacentini che si sono sottoposti agli screening gratuiti proposti dai Lions piacentini, tante le domande rivolte ai medici presenti da adulti, anziani e studenti delle scuole medie sui temi del corretto stile di vita, prevenzione, diagnosi precoce dei tumori.
L’obiettivo è semplice: da una parte offrire alla cittadinanza la possibilità di sottoporsi a visite e screening gratuiti in maniera immediata, senza troppa lista d’attesa, dall’altra dare una corretta informazione, imparare a vivere sano, promuovere la salute e la qualità della vita. L’avere medici e volontari a disposizione per un consulto, risulta essere un service sempre più apprezzato dalla collettività.
Soddisfazione da parte dei Lions della IV Circoscrizione che confermano l’importanza della partecipazione alla manifestazione da parte dell’Associazione perché si affronta in strada – tra la gente – un tema di rilievo come quello della salute consentendo l’accesso gratuito a servizi sanitari essenziali.
E un grazie di cuore da parte di tutti noi LIONS per la disponibilità e fattiva collaborazione ai Presidenti di Zona A e B della IV Circoscrizione, Andrea Musile Tanzi e Claudio Tagliaferri, a tutti i Presidenti di Clubs, ai soci volontari della Circoscrizione, ai medici Lions presenti, a Giancarlo Cassani Coordinatore del Comitato Prevenzione della Sordità, a Luana Stripparo Vandelli e Renato De Dominicis del Comitato Progetto Martina del Distretto , a Maria Teresa Zambelli e Gianluca Barbieri del Comitato Lions Day – eventi fra la gente a Sandro Sprocato, coordinatore del Comitato Ambiente- lotta inquinamento e relatore al Progetto Martina e, infine, agli instancabili Lions Massimo Alpegiani e Romeo Albertelli che si sono spesi con tanta generosità.

Vanessa Grisi
Addetto stampa IV Circoscrizione

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Concerto per l'acquisto di un ecografo

Durante l’incontro dello scorso 14 ottobre, in occasione del 20 anniversario dalla fondazione del Club, il Presidente Romeo Albertelli, perfettamente coadiuvato dalla moglie e socia Lion Giovanna Zanazzi, ha illustrato agli intervenuti le iniziative portate avanti dal club in questa annata cominciando dalla raccolta di fondi destinati all’acquisto di un ecografo per il punto di primo intervento del servizio di 118 di Farini. E’ stato ricordato che l’intervento costituisce la prima iniziativa su larga scala di tipo umanitario e sociale rivolta alle persone più fragili e che vivono il disagio della lontananza dai centri più popolosi proposto dal Club. Oggi, in caso di emergenza medica per un approfondimento diagnostico, l’ammalato deve essere trasportato per decine di chilometri dal luogo in cui si trova fino al più vicino centro medico attrezzato. Il Lions Club Bettola Val Nure, al fine di sopperire alla mancanza di disponibilità di fondi da parte delle Strutture Sanitarie, dopo aver contattato i responsabili delle strutture stesse, ritiene che l’adeguamento allo stesso livello di standard operativo di tutti i presidi del territorio costituisca un fattore imprescindibile per garantire a tutti pari dignità e non far subire alla popolazione più fragile ulteriori disagi soprattutto nel momento del bisogno urgente. Il sostegno umanitario è rivolto ad una popolazione molto anziana (su circa 6200 residenti, oltre 2500 hanno più di 65 anni) distribuita su un territorio vasto oltre 500kmq, che presenta un alto numero di persone non autosufficienti o con limitate capacità motorie. Il territorio interessato dall’iniziativa è riconducibile principalmente ai comuni situati nella parte alta della Val Nure ma non è limitato alla montagna infatti è cronaca recente l’intervento del 118 di Farini in un caso di shock anafilattico nel comune di Vigolzone, molto a valle rispetto alla proprie sede.
L’iniziativa è stata sostenuta anche con l’ormai tradizionale concerto che si è tenuto nel Santuario della Madonna della Quercia in Bettola e che quest’anno ha visto la presenza del Coro Polifonico Città di Fiorenzuola e la premiazione della cantante di origini bettolesi Aida Cooper con il “Sasso del Nure” a simboleggiare l’attaccamento verso questa terra e le sue genti. Inoltre è stata ricordata l’iniziativa proposta dal Club alla Comunità di Bettola di conferire la cittadinanza onoraria al Socio Christoph Hartmann, primo oboe dei Berliner Philarmonicher, anche a seguito del suo prodigarsi gratuitamente per i concerti che si sono tenuti negli scorsi anni e che lo hanno visto offrire la propria Arte al numeroso pubblico in particolare, ma non solo, nel concerto dedicato all’amico socio fondatore Filippo Agnelli tragicamente scomparso insieme al figlio nell’alluvione del settembre 2015. E’ stato ricordato anche che il pranzo di apertura è diventato ormai non solo più un momento conviviale ma anche un modo per “fare service”, unendo quindi l’amicizia all’aiuto ai più bisognosi. La serata poi si è conclusa con l’ interessante intervento del coordinatore distrettuale Massimo Conti che ha descritto la macchina organizzativa per la convention di Milano suscitando vivo interesse anche da parte degli ex soci presenti che hanno stimolato il gruppo a proseguire sulla strada intrapresa e che vede già sei soci aderire all’iniziativa, segno che la visione del servire rimane per sempre, sottolineata anche dal fatto che il Presidente e la consorte hanno voluto ringraziare tutti i convenuti con una targa a ricordo dell’evento.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page>