Lions Clubs Logo
Distretto 108 Ib3 - Italy
We Serve


Leo Club Borgo di Rivalta e Piacenza

Visitate il sito del Club Visitate il sito del club



Notizie dal Club

Fotografia

E' nato il Leo Club Borgo di Rivalta e Piacenza

Logo Lions Club Nella bella cornice de La Rocchetta di Rivalta ha visto la luce un nuovo Club Leo, il Borgo di Rivalta e Piacenza, che ha come Padrino il Lions Club Rivalta Valli Trebbia e Luretta. La serata della costituzione, condotta dal Cerimoniere Distrettuale Francesca Beoni, ha visto la presenza del Governatore Distrettuale Massimo Alberti ed è stata preceduta da un momento di formazione ai Lions del Club sponsor da parte della Chairperson Distrettuale Cristiana Scarabelli.
Nel corso della serata è stata firmata da tutti i soci la Charter costitutiva del Club e il Governatore Alberti ha provveduto ad appuntare il distintivo Leo al petto di ciascuno di loro. Primo Presidente del neonato Club è Francesco Pappalardo, primo Vice Francesco Meles, Segretario Alessandro Campana, Tesoriere Martina De Troia, Cerimoniere Flogenta Muca, soci Andrea Bolzoni, Ceni Ghentian, Maria Chiara Ironi, Laura Losi, Giacomo Tassi. Il Presidente Pappalardo ha ricevuto la consegna della Charter firmata dai soci e controfirmata dal Governatore e dal Presidente del Lions Club sponsor, Alessando Perricone, nonché la campana e il martello e, prima di dare inizio alla festa del “battesimo”, ha proceduto a srotolare il labaro del Leo Club. A seguire, gli interventi del Presidente del Lions Club Rivalta Valli Trebbia e Luretta, Perricone (che, entusiasta, ha ricordato i suoi trascorsi da Leo e ha ringraziato il socio Davide Bonanno per avere dato il là alla nascita del nuovo Leo Club), del Governatore Distrettuale Massimo Alberti (che ha rimarcato l’importanza del progetto Leo, invitando i ragazzi a non smarrire mai la strada del cuore) e del Presidente Leo Pappalardo (che, emozionato, ha manifestato a nome di tutti la voglia di impegnarsi per costruire insieme).
L’importanza dell’evento va ben al di là della sia pur bella serata trascorsa insieme, all’insegna del rispetto della forma e del piacere del momento conviviale. Infatti, la nascita di un Leo Club offre ai giovani che vi aderiscono la possibilità di accrescere la propria personalità e, come si ricava dal significato dell’acronimo Leo, possono farne un mezzo per sviluppare la leadership, l’esperienza e le opportunità attraverso il cameratismo, la competenza, la sicurezza, i legami, la solidarietà, il carattere. Dall’altro lato, per i Lions il Leo è un progetto pluriennale, una vera e propria attività di servizio, che consente di fornire ai giovani Leo un’opportunità in una relazione di dare/avere con gli stessi Lions. E in questo sta il bello del rapporto: deve trattarsi di un rapporto paritario, non potendo diventare i Leo attività di sola manovalanza, né elemento di decorazione, né semplici destinatari di erogazione di somme, occorrendo invece consultazione e informazione reciproca e spirito di condivisione. Figura di rilievo, autentica cerniera di questo rapporto, è quella del Leo Advisor, al tempo stesso mentore, motivatore e consigliere, né prevaricatore, né troppo amico, autorevole ma non autoritario. Il primo Leo Advisor nominato dal Lions Club Sponsor è Alessandro Perricone, a sua volta già Leo. Coadvisor è Davide Marchi.
Spente le luci dei riflettori, ora occorre iniziare il cammino, insieme, nel rispetto dei reciproci ruoli. Evitando strade parallele e decisioni unilaterali. Con l’obiettivo di portare, al compimento dell’età, tutti o almeno alcuni dei ragazzi che hanno firmato la carta costitutiva del Leo ad essere soci reponsabili Lions. Sarebbe davvero un bel successo.

Claudio Tagliaferri



Tornate alla Home Page
Tornate all'Home Page