Lions Club Montù Beccaria Le Vigne

Lions Club Montù Beccaria Le Vigne

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

Celebrazione del ventennale di fondazione del L.C. Montù Beccaria "Le Vigne"

Giovedì 20 Giugno u.s., nel Salone Auditorium della Certosa Cantù di Casteggio, si è svolta la brillante Charter Night del Lions Club Montù Beccaria “Le Vigne” che, quest’anno, ha coinciso con il ventennale del club.
Nell’aprire la serata, rallegrata dal sottofondo musicale del pianista Norelli, la Presidente Benita Nicolini ha fatto gli onori di casa, salutando le numerose autorità presenti, tra cui il Governatore Giovanni Fasani; il Vice Sindaco del Comune di Casteggio, Anna Raffinetti ed il Vice Prefetto di Pavia, D’Onofrio ed ha ripercorso le principali iniziative svolte dal club nei suoi tre indimenticabili anni di presidenza.
Innanzitutto ha ricordato la tavola rotonda sul bullismo e cyber bullismo, che ha visto l’autorevole presenza del Rettore dell’Università di Pavia, Prof. Fabio Rugge; i ripetuti screening del diabete, dell’ambliopia infantile e la campagna di prevenzione della scoliosi in età giovanile; la sensibilizzazione sull’abuso di droghe e sulle “nuove dipendenze” con il determinante apporto del Comando dell’Arma dei Carabinieri; il corso di difesa personale rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie ed il congruo contributo per la realizzazione del Monumento dedicato al Gruppo Alpini di Montù.
Grandi ringraziamenti sono stati poi rivolti ai tre Governatori: Fabrizio Moro, Giovanni Bellinzoni e Giovanni Fasani ed al Presidente del Lions Club Casteggio Oltrepò, Enrico Madama che, nel corso di questi anni, le hanno sempre dimostrato stima, amicizia e collaborazione.
La serata si è conclusa in modo lionisticamente importante con la consegna ai Soci Fondatori di una targa commemorativa del ventennale del club, con il conferimento della prestigiosa "Melvin Jones Fellowship" alla Presidente Benita Nicolini e al Past Governatore Emerito Rinaldo Brambilla e con il passaggio delle consegne al nuovo Presidente Roberto Arbuschi, che saprà sicuramente portare avanti quanto già intrapreso con successo per l’affermazione dei principi fondanti del lionismo.

Evelina Fabiani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Lo sviluppo della colonna vertebrale nell'età della Scuola secondaria di primo grado"

Il Lions Club Montù Beccaria club “Le Vigne” si è già occupato, in questo anno lionistico, dei problemi dei giovani (bullismo, ambliopia, Difesa Personale, ecc...). Più recentemente l'attenzione è stata rivolta ad una problematica medica e cioè lo sviluppo della colonna vertebrale nell'età della Scuola secondaria di primo grado, periodo di particolare importanza auxologica.
L'irrompere della costellazione ormonale produce rapide modificazioni anche sulla colonna che si avvia alla sua struttura definitiva. E' in questo periodo che vanno ricercati quei segni clinici che possono essere iniziali per lo sviluppo della deformità permanente rappresentata dalla scoliosi. Il Service ha mirato alla ricerca clinica di tali segni allo scopo di screenare i soggetti da seguire nel breve e medio termine per fare una diagnosi precoce e mettere eventualmente in atto tutte quelle terapie che possono limitare la crescita patologica, anche se la scoliosi idiopatica (cioè la scoliosi di cui non si conoscono le cause) ha un percorso clinico che esclude la completa guarigione.
Sono stati visitati 211 ragazzi delle classi prima, seconda e terza dell’ICS di Santa Maria della Versa nei suoi plessi di Santa Maria, Pometo, Montù Beccaria e Canneto Pavese. La distribuzione fra i due sessi è stata sostanzialmente uguale. L'esame è stato solo clinico valutando il profilo delle spalle, delle scapole, l'orientamento del bacino, la colonna vertebrale in flessione, sia dal lato frontale che dorsale.
L'indagine clinica è meno precisa dell'indagine radiografica ma non è invasiva, più semplice, più rapida, priva di costi. L'indagine è stata svolta da medico Lions specialista in Ortopedia e Traumatologia, coadiuvato, per la registrazione della documentazione, da altra figura Lions.
Per motivi di privacy non è stata effettuata una documentazione fotografica. Dei 211 alunni controllati, 19 sono stati ritenuti meritevoli di attenzione, 2 dei quali erano già in terapia. I casi “positivi” sono stati 13 per il sesso femminile e 6 per i maschi. La positività non è stata per scoliosi, ma per la presenza di segni clinici potenzialmente evolutivi E 'stata data comunicazione riservata ai genitori con l'indicazione di sottoporre, dopo sei o dodici mesi il ragazzo a controllo specialistico. Va sottolineata la fattiva collaborazione del personale scolastico il cui sinergismo ha reso possibile la facilità dell'indagine, con grande soddisfazione di tutte le componenti coinvolte (scuola, genitori, alunni e naturalmente i Lions).

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Lions Day a Broni

I Lions Clubs Stradella Broni Host, Stradella Broni Montalino e Montù Le Vigne insieme al Leo Club Stradella Broni sono scesi in piazza a Broni in occasione del Lions Day domenica 7 Aprile.
Nella mattinata la giornata si è articolata con tre realtà distinte: una gestita dai Lions dedicata allo screening del diabete. Grazie alla attiva collaborazione delle socie Speranza Carlevati e Susanne Breyer si sono sottoposte al test ben 81 persone. Tra queste a 9 è stata fatta diagnosi di diabete e sono state inviate al proprio medico curante. Le altre due iniziative sono state realizzate dai Leo che in buon numero e con grande entusiasmo sono scesi in piazza con “ Let’s play different” il gioco che aiuta a sensibilizzare e a comprendere il mondo delle disabilità e si sono inoltre attivati per promuovere il tema operativo nazionale dei Leo “School4U” rivolto ai ragazzi della scuola primaria.
Durante la mattinata sono passati a trovarci S. E. Mons. Vittorio Viola Vescovo di Tortona che si è intrattenuto in particolar modo con i giovani e il 1° vice Governatore Angelo Chiesa.
Nel pomeriggio abbiamo avuto la fortuna di avere con noi la manifestazione dei cani guida di Limbiate accompagnati dal consigliere Lions del servizio PDG Roberto Monguzzi. Molto apprezzata la prova dei due intelligentissimi cani e molto ha colpito la dedizione e l’abilità degli istruttori.
Tutto quanto è stato patrocinato dal Comune di Broni che ha messo a disposizione le aree in centro paese necessarie per lo svolgimento del programma.
Purtroppo l’inclemenza del tempo ci ha costretti a cambiare la sede per la manifestazione dei cani guida che si è tenuta presso il teatro dell’oratorio di Broni anziché in Piazza Vittorio Veneto.
I Lions presenti sono riusciti nel giro di poco tempo a liberare completamente la platea del teatro dalle sedie creando lo spazio sufficiente per l’evento e, al termine della manifestazione, ripristinando il tutto come in origine.
La pioggia ha scombinato i piani ma ha messo in evidenza come, di fronte a imprevisti, i Lions si sanno adattare e riescono a superare i contrattempi senza perdersi d’animo affrontano il tutto con spirito di servizio, in amicizia e facendo squadra.

Angelo Gallinari
Presidente II Circoscrizione Zona C

Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Domenica 7 Aprile, a Broni, i Lions Clubs Stradella Broni Host, Stradella Broni Montalino e Montù “Le Vigne” insieme al Leo Club Stradella Broni sono scesi in piazza in occasione del Lions Day.
La giornata si è articolata in tre momenti distinti: il primo dedicato allo screening del diabete, effettuato grazie alla professionalità ed alla preziosa collaborazione delle socie Speranza Carlevati e Susanne Breyer, al quale si sono sottoposte ben 81 persone; tra queste a 9 è stata fatta diagnosi di diabete e consigliate a rivolgersi al proprio medico curante.
La seconda iniziativa è stata realizzata dai giovani Leo che, in buon numero e con grande entusiasmo, hanno intrattenuto i bambini con “ Let’s play different” il gioco che aiuta a comprendere ed a fare opera di sensibilizzazione sul mondo delle disabilità. Inoltre i ragazzi Leo hanno promosso il loro Tema Operativo Nazionale “School4U” rivolto agli alunni della scuola primaria ed hanno avuto anche la visita di S.E. Mons. Vittorio Viola, Vescovo di Tortona, che ha rivolto loro parole di elogio.
L’intensa giornata, a causa del maltempo, è continuata nel pomeriggio, presso il teatro dell’Oratorio di Broni, dove, alla presenza del PDG Roberto Monguzzi del Servizio Cani Guida del Centro Lions di Limbiate, si è svolta la dimostrazione, molto apprezzata, di due cani perfettamente addestrati da abili istruttori.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia
Nella foto: Angelo Gallinari, Presidente Zona C 2°Circoscrizione e, al tavolo, i fratelli Amleto e Fabio Dallapè

Concerto di fisarmonica Pro LCIF

I Lions Clubs della 2°Circoscrizione Zona C, con il patrocinio del Comune di Stradella, hanno organizzato, Domenica 3 Marzo 2019, presso la Sala Nerina Brambilla del Centro Polifunzionale, un intenso pomeriggio musicale, interamente dedicato alla fisarmonica, strumento che ha dato tanto lustro a questa cittadina.
In apertura il Presidente di Zona, Angelo Gallinari, coordinatore dell’evento, ha introdotto i fratelli Amleto e Fabio Dallapè, pronipoti di Mariano che, con particolare affetto e ricca documentazione, hanno voluto raccontare la storia del loro illustre antenato, inventore del primo prototipo di fisarmonica moderna. Una storia vera, di famiglie, di successi, di suoni e soprattutto di una passione verso uno strumento che ha dato la notorietà alla cittadina oltrepadana con la volontà di mantenere viva questa tradizione.
La produzione della celebre “fisa” è strettamente legata al nome del trentino Mariano Dallapè che, nel 1871, intento a riparare il suo organetto, grazie ad una geniale intuizione, lo trasformò in una più complessa fisarmonica a cassetta e nel 1876 avviò la sua piccola bottega che si ampliò nel tempo fino a divenire una grande azienda. Alla Dallapè lavoravano 300 operai, perciò non è difficile immaginare quanto fermento ci fosse in quegli anni, quando questi strumenti davano lavoro a tante famiglie, considerando anche il settore esterno, comprendente valigeria, bauleria e tessuti. Il Made in Italy allora non conosceva crisi, le fisarmoniche venivano spedite in tutto il mondo in casse di legno pronte per Parigi, Buenos Aires, Hong Kong; così Stradella divenne un centro noto a livello internazionale al punto da essere definita la patria della fisarmonica moderna. Nel secondo dopoguerra, però, la produzione subì un calo a causa della nuova situazione economica e soprattutto del mutamento dei gusti musicali, tanto che nel 2010, il marchio è stato venduto ai giapponesi della Roland, azienda che è stata in grado di fare una campionatura digitale di tutte le sonorità.
A questa coinvolgente relazione ha fatto seguito il concerto “Da Vivaldi a Piazzolla”, magistralmente eseguito dal celebre fisarmonicista Gianluca Campi, considerato “il Paganini della fisarmonica”, che ha letteralmente incantato il numeroso pubblico con brani di Vivaldi, Paganini, Bizet, Bacalov, Rota, Piazzolla, per concludere l’esibizione con alcuni pezzi suonati con la fisarmonica “liturgica”, lo strumento più prezioso custodito nel Museo stradellino. L’organfisa, dalla strabiliante “voce” d’organo, è detta “liturgica” perchè inizialmente era suonata durante le Messe da campo per l’esercito ed è considerata il massimo sviluppo dello strumento, data l’estensione della tastiera, quasi uguale a quella di un pianoforte.
A seguire il Coordinatore Distrettuale LCIF Davide Gatti ha sottolineato che quest’evento ha permesso ai Lions Clubs della Zona di realizzare un’importante raccolta fondi a favore della Fondazione, il cui scopo è quello di portare a termine progetti umanitari sia nei territori a noi vicini che a quelli più lontani, infatti il suo modus operandi è attivo ed efficace in ogni parte del mondo.
Al termine Carlo Aguzzi, Direttore del Museo Civico della Fisarmonica, inaugurato nel 1999, ha invitato i presenti a visitarne le sale per scoprire la storia, i segreti, le curiosità dello strumento musicale, che più di ogni altro ha allietato e allieta le feste folcloristiche e le serate in molte parti del mondo.
Una storia, quella del Cav. Mariano Dallapè, condita di emozioni, coraggio, ma anche con un pizzico di rimpianto per il tempo che fu.

Evelina Fabiani

Fotografia
Nella foto: Gianni Civardi, Cerimoniere del Lions Club Stradella Broni Host ed il Maestro Gianluca Campi

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Lions Day
Fotografia
Nella foto: il dott. Fabio Lombardi relaziona.

Il pane nella Bibbia

In data 21 febbraio 2019, presso la Locanda dei Beccaria a Montu’ si e’ tenuto l’Intermeeting tra L.C. Montu’ Le Vigne, presieduto da Benita Nicolini, e l’L.C. Casteggio Oltrepo’ Pavese, presieduto da Enrico Madama, dedicato al significato del pane nelle Sacre Scritture. Ha introdotto la serata Riccardo Murabito, collaboratore del Comitato Distrettuale “La Lotta alla Fame e Nuove Povertà”, che ha rimarcato l’importanza della lotta contro la Fame nel Mondo, sottolineando il necessario impegno da parte di tutti noi per il perseguimento di questo nobile fine.
Ha preso poi la parola il relatore, dott. Fabio Lombardi, profondo conoscitore delle Sacre Scritture, che ha incantato la platea, trattando con assoluta padronanza dell’argomento, il tema “Il Pane nella Bibbia”.
I punti fondamentali della sua esposizione sono stati: il pane è un elemento essenziale per la vita dell’uomo, è immagine del bisogno di nutrimento, perchè l’uomo ha bisogno di mangiare per vivere. Gesù quando parla agli uomini usa immagini che possono essere facilmente comprese; il bisogno del cibo è un’esigenza naturale, ma di questi tempi il pane manca sulla tavola di tanti fratelli e sorelle che vivono nell’assoluta indigenza, e ciò contrasta con la mentalità consumistica del nostro mondo, che spreca e butta via tanto pane! Gesù si definisce “il Pane della Vita”, “chi mangia di questo pane non avrà più fame!”.
Nell’Antico Testamento viene citato il miracolo del dono della manna al popolo ebraico errante nel deserto, in questo segno traspare la bontà di Dio che non abbandona il suo popolo, e questo pane è inteso come il simbolo della vita; se si vuole trovare Dio, si deve cercare l’uomo, sofferente, povero, affamato, desideroso di speranza. Gesù offre la sua vita per l’umanità e, nell’Ultima Cena, anticipa ritualmente il mistero della sua morte, prendendo il pane e dicendo: «Questo è il mio corpo offerto in sacrificio per voi».
Il pane ed il vino rappresentano la natura («sono i frutti della terra), e la cultura (sono i frutti del lavoro dell’uomo), sono cibo e bevanda, gli elementi vitali per eccellenza che accompagnano l’uomo durante tutta la sua vita; pane e vino invitano alla convivialità e alla comunione che si creano attorno alla tavola; essi rinviano anche alla nostra condizione corporale, perchè il corpo patisce fame e sete; il corpo è sostentato dal cibo, ma il cibo pur nutrendo il corpo non può liberarlo dalla morte. Il cibo eucaristico, simboleggiato dal pane e dal vino, anticipa e prefigura quella vita eterna e quella comunione con Dio, che sarà per sempre nel Regno dei Cieli.
Numerose domande hanno concluso quest’interessante serata con la soddisfazione corale di tutti i presenti.

Maria Rosa Donati

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Screening vista "ambliopia"

In data 6 e 7 febbraio 2019, Si e’ realizzato nel Comprensorio di Scuole Materne di Santa Maria della Versa, l’importante Service sulla Ambliopia coordinato dalla dottoressa Speranza Carlevati Mangiarotti, dal tecnico ortottista Marta Galli e da alcuni soci del Lions Club di Montu’ Le Vigne.
L'Ambliopia, infatti, comunemente nota come occhio pigro, e’ una malattia dell'apparato visivo estremamente frequente e pericolosa che colpisce soggetti in età pediatrica; motivo per il quale occorre sempre sottoporre tutti i bambini alle visite oculistiche alla nascita e, utilizzando appositi colliri che usano farmaci cicloplegici, all'età di 4 mesi, 1 anno, 3 anni e ancora appena prima di iniziare le scuole elementari a 5-6 anni.
L'effetto principale è un comune deficit dell'acutezza visiva non riconoscibile dai genitori senza una visita medica oculistica specializzata, e si considera ambliope un occhio che abbia almeno una differenza di 3/10 rispetto all'altro, oppure un visus inferiore ai 3/10. Ne è affetto circa il 3% di tutta la popolazione e il 4-5% dei bambini; essa è considerata una delle prime cause di deficit visivo e cecità nei giovani sotto i 20 anni. Una diagnosi e una terapia precoce possono, nella maggioranza dei casi, curare la patologia e prevenirne i disturbi permanenti in età adulta.
L’indagine e’ stata operata su circa 100 soggetti delle prime classi delle scuole materne e sono stati rilevati 2 casi di sospetta patologia che saranno indagati approfonditamente in un momento successivo da uno specialista in oculistica-oftalmologia.
L’attivita’ ha riscontrato l’ampia soddisfazione da parte del Dirigente Scolastico del Comprensorio, di tutte le Maestre e nel divertimento di tutti i bambini coinvolti che si sono dimostrati molto disponibili.
In tal modo abbiamo soddisfatto uno dei principali obbiettivi della missione lionistica, fedeli al motto “We serve”.

Maria Rosa Donati

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia
Nella foto da sinistra: Iginio Contardi, Coordinatore del Comitato Distrettuale “Disagio giovanile – prevenzione e lotta alla droga e alle nuove dipendenze”; Benita Nicolini Maini, Presidente L.C. Montù Beccaria “Le Vigne”; il Capitano Vincenzo Scabotti, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Stradella; Il PDG Franco Marchesani

Serata sulla dipendenza delle droghe e sul disagio giovanile

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno dal convegno sul fenomeno del bullismo e del cyber bullismo, il Lions Club Montù Beccaria “Le Vigne”, presieduto da Benita Nicolini Maini, giovedì 24 Gennaio u.s. ha organizzato un incontro per affrontare il problema del disagio giovanile, con particolare riferimento alle dipendenze da droga e “nuove dipendenze” nel tessuto sociale del territorio dell’Oltrepò Pavese. Relatori della serata sono stati: il Capitano Vincenzo Scabotti, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Stradella ed il Lions Iginio Contardi, Coordinatore del Comitato Distrettuale “Disagio giovanile – prevenzione e lotta alla droga e alle nuove dipendenze”.
Quest’ultimo ha iniziato la sua esposizione dicendo che il disagio e la voglia di evasione dei giovani trovano spesso sfogo nella droga e nell’alcol senza avere la consapevolezza dei pericoli a cui vanno incontro; gli adolescenti più a rischio sono quelli che hanno storie familiari difficili, quelli che soffrono di depressione, di bassa autostima o che sono sbandati.
La droga è intesa come un mezzo e non più come una fuga dalla realtà, una scelta al servizio del successo personale, un aiuto per sostenere performances elevate, rapporti più facili e disinibiti con gli altri. Poiché certi risultati attraggono già nella fase dell’adolescenza, sono i giovani ed i giovanissimi i nuovi consumatori di sostanze stupefacenti: cresce, dunque, la domanda di ecstasy, di derivati anfetaminici, di cocaina, in questo modo i ragazzi vogliono evadere da un mondo che gli va troppo stretto, li imprigiona, li soffoca. Solamente i genitori e gli insegnanti, attraverso un’educazione preventiva, possono aiutarli, utilizzando una comunicazione aperta, fornendo modelli positivi e cercando di identificare precocemente la comparsa dei problemi che si stanno sviluppando.
Il Capitano Scabotti ha affermato che, purtroppo, anche nel nostro territorio, esistono “i boschetti della droga”, ma sono solo la punta visibile di un iceberg e pertanto ha voluto indicare come promuovere, soprattutto nelle scuole, iniziative che educhino alla legalità, affrontando temi impegnativi come il bullismo, cyber bullismo e naturalmente l’alcol e la droga, in modo che i giovani possano interiorizzare regole e modelli di comportamento, imparando, prima di tutto, dagli errori, monitorando l’evoluzione dei mercati e dei consumi e prevedendone l’andamento per tarare le strategie più adatte.
Infine entrambi i relatori hanno voluto ribadire la necessità e la volontà di lavorare “in rete”, ciascuno secondo le proprie competenze, in totale sinergia, perché l’obiettivo fondamentale è mettere in atto un processo di aiuto trasversale, che tocchi tutti gli aspetti di vita, al fine di supportare le famiglie in queste delicate situazioni e fornire loro gli strumenti necessari per gestirle.
Al termine della serata, la Presidente ha concluso sottolineando il ruolo dei Lions nell’affrontare questo grave problema perché, se da un lato è vero che non c’è la possibilità di risolverlo da soli, dall’altro esiste l’obbligo ed il dovere morale di contribuire alla sensibilizzazione della Comunità su queste tematiche.

B. Nicolini Maini

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Natale all’insegna della solidarietà

Giovedì 20 Dicembre, presso la Locanda dei Beccaria, si e’ svolto il tradizionale scambio degli auguri con grande e calorosa partecipazione di soci, famigliari ed autorità lionistiche tra cui il Governatore, Giovanni Fasani; l’Immediato Past Governatore, Giovanni Bellinzoni; il Past Governatore Emerito, Rinaldo Brambilla; e il Presidente di Zona, Angelo Gallinari.
Nel corso della serata, la Presidente, Benita Nicolini Maini, ha consegnato un assegno dell’ammontare di € 3000 al Presidente della locale Sezione Alpini, Benunzio Rossi, come contributo per la realizzazione del monumento dedicato al Gruppo Alpini di Montù Beccaria, eretto in Piazza Garibaldi. Monumento sentito come giusto tributo d’onore verso questo glorioso Corpo dell’Esercito Italiano che, come ha sottolineato la Presidente, al pari dei Lions, è sempre pronto a portare aiuto alla comunità. Si tratta, dunque, di un service che sancisce un rapporto speciale tra il lionismo e le istituzioni locali e proprio per questo motivo sul monumento verrà posta una targa a nome del Club per ricordare e celebrare tutti coloro che, in ogni tempo, hanno compiuto e compiono il loro dovere di Alpini.
Infine hanno riscosso grande successo il festoso arrivo di Babbo Natale per la gioia dei più piccoli e la lotteria con estrazione di ricchi premi, organizzata come raccolta fondi a favore dei services programmati per i prossimi mesi.
Una serata, molto apprezzata dagli intervenuti, che ha saputo conciliare l’allegria della festa con lo spirito lionistico di servizio.

Maria Rosa Donati

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia
Nella foto: da sinistra Graziella Bernuzzi; la relatrice Claudia Chiolini con il Labrador Atena; la Presidente del L.C. Montù Beccaria “Le Vigne”, Benita Nicolini.

Presentazione dell'Unità Cinofila della Protezione Civile di Stradella

Meeting di grande interesse, quello organizzato il 22 novembre scorso, presso la Locanda dei Beccaria, dal Lions Club Montù Beccaria “Le Vigne”, presieduto da Benita Nicolini, che ha visto la partecipazione di autorità lionistiche, militari, tra cui il Comandante Provinciale Arma dei Carabinieri, Colonnello Danilo Ottaviani, civili e religiose.
Relatrice della serata Claudia Chiolini, appartenente all’Unità Cinofila della Protezione Civile di Stradella, accompagnata da Atena, uno dei suoi due Labrador addestrati alla ricerca di persone disperse. Con grande vivacità e passione Claudia ha esposto il percorso che l’ha portata a diventare membro dell’Unità Cinofila, spiegando che i volontari devono imparare a leggere carte topografiche, avere pratica dell’uso dei sistemi radio e Gps, avere nozioni base di primo soccorso e approccio con la persona in difficoltà.
Invece le caratteristiche richieste per un cane da Soccorso sono: una stazza media che gli permetta di muoversi con facilità, un carattere socievole, curiosità, reazione agli stimoli e sopratutto un ottimo rapporto con il proprio conduttore in quanto le attività di addestramento si basano sulla relazione cane- uomo. Per la sua formazione è previsto un programma specifico, dove la presenza di un figurante è fondamentale per l’identificazione dell’odore umano nelle diverse situazioni, infatti uno dei tipi di ricerca è quella denominata “cono d’odore”, nome che deriva dal fatto che il cane segue proprio quel “cono d’odore” lasciato nell’aria dalla persona dispersa.
Ogni domenica, con qualsiasi condizione meteo, Claudia ed i suoi cani si addestrano in territori sempre diversi, per essere preparati ad affrontare tutte le difficoltà che un intervento operativo potrebbe richiedere.
A conclusione della serata si è svolto un momento significativo per la vita del club: l’ingresso della nuova socia, dottoressa Paola Mosca, a cui il Past Governatore Adriana Cortinovis ha appuntato la spilla, proprio nell’anno in cui il Lions Club International vuole promuovere, tramite il Progetto New Voices, la parità di genere, concentrandosi sulla crescita associativa femminile e sulla riduzione del divario fra uomini e donne in posizione di leadership.

E.F.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Screening del diabete

In data 18 novembre 2018, presso i locali messi a disposizione dal Comune di Broni, si e’ concretizzata l’iniziativa finalizzata allo screening sul Diabete, organizzata dal Lions Club Montu’ Le Vigne, sotto il controllo medico dei Lions: dr.ssa Speranza Carlevati e dr. Emerico Luna, con grande adesione della cittadinanza.
Con questo Screening la popolazione ha avuto l’opportunita’ di sottoporsi ad un’analisi conoscitiva del proprio stato di salute, rappresentata dal test glucometrico con pungidito, misurazione della pressione arteriosa, controllo del peso e del girovita e, a seguire, sono state date indicazioni basilari in merito ad uno stile di vita adeguato (sane abitudini alimentari, attivita’ fisico e motoria, astensione dal fumo e dall’assunzione di sostanze psicotrope, etc, etc.).
Il Lions International, considerando la sempre maggior incidenza della malattia, tipica della societa’ evoluta e del benessere, dedica grande attenzione alla prevenzione ed al controllo delle fasi iniziali di questa perniciosa patologia.
Forti del patrocinio dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Pavia ed in collaborazione con l’ASST – Ospedale Unificato di Broni – Stradella, abbiamo raccolto la sfida rispondendo con il nostro motto “We Serve”.
Si riportano i dati dello Screening:

  • 176 PAZIENTI SOTTOPOSTI A CONTROLLO GLICEMIA
  • 9 CASI DI NUOVA DIAGNOSI DI DIABETE
  • 2 CASI DI RIDOTTA TOLLERANZA
  • 2 CASI DI DIABETE GIÀ IN TRATTAMENTO.

Maria Rosa Donati
Segretario LC Montù Beccaria Le Vigne

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia
Nella foto: da sinistra Il Presidente del L.C. Casteggio Oltrepò, Enrico Madama; la Presidente del L.C. Montù Beccaria “Le Vigne”, Benita Nicolini ed il relatore della serata Mino Milani.

Presentazione del libro "Diario di Guerra" di Mino Milani

Martedì 9 Ottobre u.s., alla presenza di numerose autorità, tra cui il Past Governatore Franco Marchesani; il Sindaco di Santa Giuletta, Simona Dacarro e il Presidente Sezionale degli Alpini, Carlo Gatti, si è svolto, presso l’Agriturismo “Corte Montini” di Santa Giuletta, un intermeeting fra i Lions Clubs Casteggio Oltrepò e Montù Beccaria “Le Vigne”, presieduti rispettivamente da Enrico Madama e Benita Nicolini, per celebrare il Centenario della Vittoria e la fine della Prima Guerra Mondiale, la cosiddetta “Grande Guerra”. Per dare particolare lustro all’argomento, è stato invitato come prestigioso relatore, Mino Milani, scrittore e storico pavese di chiara fama che, nel corso della serata, ha presentato e commentato la sua ultima fatica letteraria , cioè la trasposizione in un libro del “Diario di Guerra” di suo padre Carlo Milani, combattente e reduce dai campi di battaglia, che ha descritto, nelle sue toccanti memorie, sia episodi di guerra che le sue impressioni di soldato, fervente cattolico, che si trovò a vivere in mezzo ai dolori e alle crudeltà di quella che il Pontefice Benedetto XV definì “l’inutile strage”.
L’intervento del Dr.Milani è stato preceduto da una prolusione della Prof.ssa Paola Chiesa, nota storica pavese, autrice di molti trattati sulla Prima e sulla Seconda Guerra Mondiale, che ha illustrato gli aspetti della vita militare di allora, inserendoli in un contesto di politica europea.
L’interessante presentazione è stata arricchita da alcuni brevi filmati di scene di guerra ricavati dalle cineteche nazionali, che hanno meglio evidenziato l’esperienza di un giovane che compì il suo dovere di soldato, facendo comprendere il senso e la grandezza di quanto era stato chiamato a fare.

Michele Manfra

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Visita del Governatore

Il 23 Ottobre scorso, presso l’Agriturismo “Corte Montini” di Santa Giuletta, i Lions Clubs Montù Beccaria “Le Vigne” e Casteggio Oltrepò hanno ricevuto la Visita del Governatore Giovanni Fasani, accompagnato dal 2°Vice Governatore, Cesare Senzalari, dal Segretario Distrettuale, Giorgio Bianchi e dal Presidente di Zona Angelo Gallinari.
Durante la serata i Presidenti Benita Nicolini ed Enrico Madama hanno esposto le loro attività per l’anno sociale 2018/2019, che prevedono, con il coordinamento dei Lions Speranza Carlevati ed Emerico Luna, screening del diabete e della vista ed attività di prevenzione della scoliosi; sono in programma anche convegni su temi importanti come il bullismo e le morti bianche sul lavoro, corsi di difesa personale nelle scuole primarie, interventi mirati all’aiuto di persone che si trovano in un particolare stato di difficoltà ed altre molteplici iniziative nel più puro spirito lionistico.
Il Governatore ha espresso il suo plauso per questi services concreti a favore della comunità e del territorio, sottolineando che, per raggiungere gli obiettivi, dobbiamo concentrare il nostro impegno nelle 4 aree più importanti: far crescere il nostro sodalizio, incrementare lo sviluppo della leadership, promuovere lo spirito associativo, comunicare quanto facciamo di buono e di utile.
Ha fatto poi riferimento alla volontà della Presidente Internazionale Gudrun Yngvadottir, che ci invita a servire le nostre comunità e quelle del mondo con orgoglio, empatia e solidarietà ed esorta i clubs a raggiungere il traguardo di 300 milioni di dollari per sostenere le 5 aree tematiche(giovani, diabete, vista, ambiente, fame)
Momento importante della serata è stato l’ingresso di 3 nuovi soci nel Lions Club Casteggio Oltrepò: Saverio Madama, Rossella Cazzola e Remo Pantano, che hanno espresso la volontà di essere parte attiva nel condividere i services del Lions Club International.
A conclusione della serata è avvenuta la consegna, da parte del Governatore, di uno speciale riconoscimento al Governatore Emerito Rinaldo Brambilla per il suo glorioso passato lionistico svolto in 65 anni di militanza nell’Associazione.

Maria Rosa Donati

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

II Circoscrizione Zona C, intermeeting di formazione

Presso la stupenda cornice dell’Enoteca Regionale di Cassino Po, Broni si è svolta una serata di formazione ed informazione organizzata dal presidente della II Circoscrizione Zona C, Angelo Gallinari, con la partecipazione dei relativi Lions e Leo Club. La serata ha avuto come tema “Essere Lions: ieri, oggi e domani” con i seguenti relatori: PDG Emerito Rinaldo Brambilla, PDG Franco Rasi, Lions Ettore Cantù, Lions Fausto Casarin, Lions Massimo Conti, Lions Davide Gatti, Lions Moreno Poggioli, PD Leo Giovanna Iudica, IPPD Leo Martina Fariseo e PPD Leo Clara Gallinari.
La partecipazione dei soci è stata ottima, con circa 65 presenze distribuite tra i Club della zona: i Lions Club Stradella-Broni Host, Casteggio Oltrepò Pavese, Stradella-Broni Montalino, Montù Beccaria “Le Vigne” e il Leo Club Stradella-Broni, oltre che la presenza di alcuni lions delle zone circostanti.
Il PDG Emerito Brambilla e il Lions Cantù hanno trattato il tema del lionismo di ieri, coinvolgendo la platea con rigorose ricostruzioni e gustosi aneddoti descriventi la storia del lionismo nel nostro distretto, dalla sue origini di Distrettone I, al Distretto Ib fino alla sua attuale composizione con i quattro distretti.
Il PDG Rasi, ed i Lions Casarin, Poggioli e Gatti, nella loro qualità di componenti del GAT distrettuale hanno descritto una panoramica del lionismo attuale; i valori, l’etica, la composizione, la crescita, la LCIF con le sue possibilità di intervento ed infine quale anello di congiunzione verso il tema del lionismo del futuro, una revisione del lionismo attuale tramite l’utilizzo delle competenze e intelligenza rivolte a supportare un nuovo umanesimo per l’aiuto nel sociale.
In attesa di conoscere il futuro del lionismo, il Lions Conti ci ha relazionato circa un futuro più prossimo, un evento di portata storica per il lionismo italiano: la Convention Internazionale di Milano 2019.
Infine, le Leo Iudica, Fariseo e Gallinari ci hanno emozionato con il racconto delle attività svolte dal Distretto Leo; dell’entusiasmo, dell’energia e dell’impegno profusi, ricompensati dai successi ottenuti sia nei service portati a termine, che nei riconoscimenti internazionali. Non hanno dovuto parlare del futuro del lionismo perché tramite le loro parole si è capito che loro sono il futuro del lionismo. E sarà un gran bel futuro.

Andrea Brondoni
Segretario Lions Club Stradella Broni Host

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Le iniziative dei Lions Clubs Montù Beccaria "Le Vigne" e Casteggio Oltrepò per il Nuovo Anno Sociale

Giovedì 20 Settembre u.s., nell’Auditorium del Palazzo Certosa Cantù di Casteggio, i Lions Clubs Montù Beccaria “Le Vigne” e Casteggio Oltrepò hanno voluto iniziare l’annata lionistica nel segno dell’amicizia e della collaborazione.
La Presidente del L.C. Montù “Le Vigne”, Benita Nicolini Maini, ha iniziato il suo intervento leggendo la lettera inviata dal Prefetto di Pavia, Attilio Visconti, che ha espresso grande apprezzamento per le sempre valide iniziative del Lions Club International a favore della comunità. Molto ricco di attività il programma previsto per quest’anno sociale, che contemplerà lo screening per il diabete e quello della vista, già precedentemente realizzati con successo nelle piazze e nelle scuole primarie della zona, iniziative rese possibili grazie alla disponibilità e professionalità della Dr.ssa Speranza Carlevati.
Sempre nelle scuole primarie e secondarie, con l’ausilio del Maestro di Karatè Maurizio Ghiringhelli, sarà attuato anche un minicorso di difesa personale, nell’ambito di un programma per combattere il bullismo.
In seguito verrà organizzata una tavola rotonda di esperti che affronterà il tema, di grande attualità, delle morti bianche e di come garantire la sicurezza sul lavoro. La Presidente ha anche voluto insistere sulla collaborazione e l’intesa con i clubs oltrepadani, perché ritiene fondamentale pianificare e realizzare services congiunti per essere più incisivi sul territorio.
Il Presidente del L.C. Casteggio Oltrepò, Enrico Madama, inizierà l’anno sociale, celebrando il Centenario della 1°Guerra Mondiale, con la presentazione del libro “Carlo Milani: Diario di Guerra”, scritto da Mino Milani e tratto dalle memorie di suo padre.
Inoltre il club s’impegnerà nel fornire un medicinale essenziale per la cura di una patologia visiva ad una ragazza che si trova in condizioni disagiate; verrà mantenuta la tradizionale consegna di pacchi natalizi per le persone bisognose di Casteggio e Santa Giuletta e proseguirà la valida intesa con l’Istituto Comprensivo di Casteggio per la lotta al bullismo e cyber bullismo.
Il sodalizio aderirà anche al progetto “Senilla”, macroazione artistico-culturale, per parlare alle giovanissime di prevenzione delle neoplasie mammarie e manterrà la collaborazione con gli altri clubs della Zona C per quanto riguarda gli screening del diabete e della vista.
Questi applauditi interventi hanno sintetizzato le articolate iniziative dei due clubs, inquadrate nell’attuale momento storico, soffermandosi sulle nuove frontiere del lionismo e sulla valorizzazione del “servire” e sarà dato particolare rilievo ai services d’opinione in grado di delineare realtà e nuove prospettive, coinvolgendo così la comunità e gli organi d’informazione.
La serata, allietata dalla fisarmonicista Debora Sbarra, che ha eseguito magistralmente brani della tradizione popolare, si è conclusa con l’intervento dell’Immediato Past Governatore, Giovanni Bellinzoni, che ha manifestato il suo plauso per le lodevoli iniziative, che danno valore all’appartenenza al Lions Club.

Evelina Fabiani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia
Nella foto: Angelo Gallinari durante la presentazione del libro

I Lions e i Leo della II° circoscrizione zona C per la Basilica di San Michele

Sabato 15 settembre, presso la Basilica di San Michele Maggiore a Pavia, si è tenuta una serata sponsorizzata dai 4 Lions Clubs e dal Leo club della II° circoscrizione zona C per contribuire alla raccolta dei fondi necessari per i lavori di restauro della chiesa stessa.
Dopo una breve introduzione da parte di Don Giulio Lunati che ha espresso parole di benvenuto e di ringraziamento, la serata è proseguita con la presentazione del libro del socio Lion Angelo Gallinari dal titolo “ La mia Francigena: allenamento del fisico e dell’anima”.
Durante la relazione, l’autore ha raccontato questa esperienza di pellegrino che, in bicicletta, in solitaria, lungo la via Francigena, parte da Pavia e arriva a Roma alla tomba di San Pietro.
Oltre alla descrizione della preparazione fisica che ha richiesto un lungo allenamento si è parlato in maniera particolareggiata del percorso ricco di storia. Si sono raccontati aneddoti, curiosità e leggende dimostrando quanta bellezza la nostra Italia ha da offrire.
Questo pellegrinaggio ha coinvolto molto anche lo spirito di chi l’ha percorso. Nell’avvicinarsi alla meta il pellegrino trova se stesso e la sua parte più intima e profonda. L’arrivo a Monte Mario e la veduta dall’alto di Roma è stata una emozione indescrivibile.
I Lions e i Leo della II° circoscrizione zona C hanno partecipato numerosi alla serata dimostrano grande attenzione e vicinanza verso un monumento così importante per la storia della città di Pavia.

Clara Gallinari
Leo Club Stradella Broni

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page