Lions Club Montù Beccaria Le Vigne
Lions Club Montù Beccaria Le Vigne

Visitate il sito del Club Visitate il sito del club



Notizie dal Club

Fotografia
Nella foto da sinistra: Benita Nicolini, Presidente L.C. Montù Beccaria “Le Vigne”; Il Governatore Giovanni Bellinzoni; il nuovo socio Francesco Pietra; Graziella Bernuzzi, Segretario L.C. Montù Beccaria; la Signora Pietra; Moreno Poggioli, Coordinatore GMT

Il 18° "Compleanno" del Lions Club Montù Beccaria "Le Vigne"

Logo Lions Club Alla presenza del Governatore Giovanni Bellinzoni e di altre autorità lionistiche, mercoledì 23 maggio u.s. alla “Locanda dei Beccaria”, si è svolta, in un clima di grande amicizia, la Charter Night del 18° di fondazione del Lions Club Montù Beccaria “Le Vigne”, 18 anni all’insegna della solidarietà per promuovere la crescita sociale e culturale della comunità.
Nell’aprire la serata la Presidente, Benita Nicolini Maini, ha voluto tratteggiare la variegata attività di servizio che ha dato visibilità al club, costruendo un’immagine in sintonia con i bisogni della società attuale, a partire da screenings della vista e del diabete fino ad arrivare al grande successo ottenuto organizzando una tavola rotonda sul tema del bullismo e cyberbullismo, che ha avuto relatori di grande prestigio tra cui il Rettore dell’Università agli Studi di Pavia, Prof.Rugge, questo senza trascurare gli interventi in ambito culturale strettamente locale. Per sottolineare la grande vitalità del Club, che ha visto nel corso dell’anno l’adesione di ben sei nuovi soci, la Presidente ha proposto l’entratura di un altro associato, il dott. Francesco Pietra, presentato da Graziella Bernuzzi, inesauribile nel mettersi sempre al sevizio del club.
La serata allietata da un piacevolissimo intermezzo musicale condotto da un cantante-fine dicitore e da una soprano, accompagnati da un pianista, è stata molto apprezzata dai presenti, che hanno sottolineato le esibizioni con entusiastici applausi.
Il Governatore, nel suo intervento conclusivo, si è complimentato vivamente con la Presidente e con i soci per l’impegno e la passione nel servire, augurando altri risultati di successo per l’affermazione dei principi fondanti del lionismo.

Evelina Fabiani


Fotografia
Nella foto da sinistra: Lions Lucia Rovati; PDG Franco Marchesani; Ing. Maini; Prof.ssa Saeda Pozzi; Benita Nicolini, Presidente L.C. Montù “Le Vigne”; la nuova socia Maria Rosa Donati; Prof. Pierangelo Lombardi

Un montuese ra ricordare: il "Comandante Fusco"

Logo Lions Club Giovedì 22 Marzo u.s. , presso “La Locanda dei Beccaria”, il Lions Club Montù “Le Vigne” ha organizzato un incontro con la Prof.ssa Saeda Pozzi, figlia del Comandante “Fusco”, figura di spicco della Resistenza oltrepadana.
Ha aperto la serata la Presidente Benita Nicolini, che ha voluto subito mettere a fuoco la personalità di colui che è passato alle cronache come il “Comandante Fusco”, ricordando, per meglio definirlo, la sua esortazione ai giovani: “Se credete in una causa, difendetela fino alla fine!”, che evidenzia come egli corrispondesse perfettamente allo stereotipo del montuese, ben radicato nella difesa dei propri ideali. A questo punto è stata proprio la figlia, Saeda Pozzi, a parlare del padre, capo partigiano, con toni affettuosi, ma allo stesso tempo con particolare riguardo al difficile momento storico da lui vissuto. Fusco, figura quasi leggendaria, durante la Guerra di Liberazione, costituì e guidò la banda Montù, divenuta in seguito Brigata Matteotti e successivamente Divisione Valle Versa Dario Barni che, nell’Aprile 1945, liberò Stradella; fu anche coraggioso protagonista della "Battaglia delle Ceneri" (14 febbraio 1945), che segnò l’inizio della riscossa partigiana.
Da questo suo ritratto sono emersi il carattere ed i valori che da sempre contraddistinguono i montuesi cioè: l’amicizia, la convivialità, l’orgoglio, il coraggio, la lealtà e soprattutto il rispetto per gli altri. La Prof.ssa Pozzi ha altresì menzionato le famiglie di Montù che maggiormente sono state legate ed hanno influenzato, anche politicamente, la vita di suo padre, primi fra tutti i Montemartini e i Vercesi.
Ha concluso Pierangelo Lombardi, Direttore dell’Istituto Pavese per la Storia della Resistenza, ricordando l’ascendente che il “Comandante Fusco” esercitava sulle sue truppe, infatti fu tra i primi a salire sui monti e la banda da lui guidata fu subito una spina nel fianco dei nazifascisti.
Dotato di grande coraggio, che gli valse la Medaglia d’Argento al Valor Militare, mantenne sempre il sangue freddo e la lucidità di inquadrare la situazione nella giusta ottica militare anche nei momenti più terribili.
A questa relazione riguardante così da vicino la storia del nostro territorio, è seguito un momento importante per la vita del club con la presentazione della nuova socia, Dott.ssa Maria Rosa Donati, che ha subito espresso la volontà di essere parte attiva nel condividere i services del sodalizio ed è stato il PDG Franco Marchesani, seguendo il cerimoniale di rito, ad appuntarle la spilla Lions.

Evelina Fabiani


Fotografia
Nella foto: a sinistra, i giovani del Leo Club insieme alla Dr.ssa Cristiana Barbieri ed al Dr. Fabio Milanesi

I Lions Clubs ed i Leo delle Zone B e C della 2^ Circoscrizione
Impiegati nella prevenzione del diabete

Logo Lions Club I Lions Clubs ed i Leo delle Zone B e C della 2°Circoscrizione, nell’ambito della Settimana Mondiale del Diabete, si sono impegnati nel promuovere eventi volti alla conoscenza e prevenzione di quest’insidiosa malattia di cui esistono due forme: quello di tipo 1, giovanile, di cui è affetto il 10-15% dei malati, mentre quasi l’85% soffre di diabete di tipo 2 o adulto, legati a fattori di rischio quali l’ereditarietà, le cattive abitudini alimentari, la scarsa attività fisica, l’obesità, l’ipertensione arteriosa, i valori elevati di colesterolo e di trigliceridi ecc., di cui non tutti sono a conoscenza.
Si tratta di una delle patologie in più rapida crescita nel mondo e, attualmente, colpisce 422 milioni di persone, per questo i Lions hanno voluto porre l’accento sull’importanza di un equo accesso alle cure per chi è malato o a rischio di svilupparlo in futuro, pertanto sono state programmate le seguenti iniziative a partire dal 15 Novembre con un incontro, proposto dal Leo Club Voghera, sul tema “La Malattia Renale Cronica: una temibile complicanza del diabete”, che ha avuto come relatori la Dr.ssa Cristiana Barbieri, Presidente AMROP ed il Dr. Fabio Milanesi, Direttore U.O.C. Nefrologia e Dialisi ASST Pavia, che ha spiegato, in modo chiaro ed esaustivo, come la principale causa della malattia renale cronica sia il diabete e come siano in crescita anche le complicanze croniche: dai danni alla retina ed al cuore, fino all’insufficienza renale. E’ fondamentale, quindi, eseguire periodicamente, gli esami del sangue e delle urine che ci danno “il polso” della salute del rene ed ovviamente vanno misurati e tenuti sotto controllo anche la glicemia e la pressione arteriosa. I giovani del Leo Club Voghera hanno voluto dare il loro contributo, non solo con quest’incontro di tipo informativo, ma anche facendo realizzare magliette personalizzate con il logo Leo e dell’AMROP, il cui ricavato sarà devoluto all’Associazione vogherese
Il 17 Novembre, sempre a Voghera, i Lions Clubs Voghera La Collegiata e Voghera Castello Visconteo hanno organizzato una conferenza sul tema “Occhio e Diabete”, tenuta dal Dr. Umberto De Benedetto, Dirigente Medico oculista dell’Ospedale Civile cittadino, che ha evidenziato come questa malattia sia responsabile della retinopatia diabetica, che ha come possibile conseguenza la perdita parziale o anche totale della vista. Infatti l’iperglicemia danneggia i vasi sanguigni di tutto l’organismo e in particolar modo quelli di minor diametro, compresi i capillari della retina, per questo lo studio del microcircolo, effettuato con l’oftalmoscopio (a questo proposito il Dr. De Benedetto ha voluto ringraziare il Lions Club Voghera La Collegiata per aver donato al suo reparto questo importante strumento) e l’osservazione del fondo oculare sono momenti fondamentali nella visita del paziente con diabete mellito. Naturalmente, con le terapie intensive oggi a disposizione e con una diagnosi ed un trattamento precoci, il rischio di perdita della vista si può ridurre notevolmente.
Infine il 19 Novembre, a Voghera, Casteggio, Broni e Stradella sono stati effettuati screenings gratuiti del rischio diabete, rilevazione del peso e della pressione arteriosa, grazie alla professionalità e disponibilità di personale medico e paramedico Lions, sono stati compilati questionari ed è stato distribuito materiale informativo.
A Voghera, sotto il controllo del Dr. Angelo Caporotondi e del Dr. Fabio Milanesi, da 50 misurazioni è emerso che il 30% è affetto da ipertensione non ben controllata; il 20% ha presentato valori di glicemia oltre il limite standard; è stato scoperto un caso di glicemia non risaputo ed un caso di glicemia fuori controllo.
A Stradella, i Lions Clubs Stradella Broni Host e Stradella Broni Montalino, sotto il controllo del Dr. Antonio Ferrari, sono stati effettuati 113 screenings, senza rilievi di problematicità.
A Broni, il Lions Club Montù Beccaria “Le Vigne”, sotto il controllo della Dr.ssa Speranza Carlevati e del Dr. Emerico Luna, ha effettuato 110 screenings, da cui è risultato che il 14% presentava valori pre diabete e il 10% presentava diabete.
A Casteggio, il Lions Club Casteggio Oltrepò Pavese ha effettuato 31 screenings, di cui il 16% presentava valori pre diabete e 1 persona risultava affetta da diabete.
Tutte queste iniziative testimoniano l’impegno dei Lions nella sensibilizzazione nei confronti di quella che viene definita “la malattia del benessere”.

E.F.

Fotografia
Nella foto: da sinistra, Giuseppe Fiocchi, Presidente L.C. Castello Visconteo; Paola Lorenzi, Presidente L.C. La Collegiata ed il Dr. Umberto De Benedetto
Fotografia
Nella foto: Screening diabetico a Stradella
Fotografia
Nella foto: Lo screening diabetico in Piazza Duomo
Fotografia
Nella foto: Screening diabetico a Broni

Fotografia
Nella foto: Il Governatore Giovanni Bellinzoni con i due Presidenti Benita Nicolini Maini e Claudio Gibelli

Nuovo Ingresso al Lions Club Montù Beccaria "Le Vigne"

Logo Lions Club GiovedÏ 26 Ottobre, presso "La Locanda dei Beccaria", in concomitanza con la visita del Governatore Giovanni Bellinzoni, in intermeeting con il Lions Club Casteggio Oltrepò, il Lions Club Montù "Le Vigne" ha accolto, con calore e simpatia, il nuovo socio Dott. Emerico Luna, presentato da Speranza Carlevati Mangiarotti, sempre in prima linea sia nei services che, come in questo caso, nella crescita associativa.
Il Governatore ha espresso alla Presidente Benita Nicolini Maini e a tutti i soci il suo apprezzamento per questa nuova entratura, che sicuramente saprà dare un valido contributo al club, ed ha elogiato le attività programmate, in particolare quelle previste per la Settimana Mondiale del Diabete dal 12 al 19 Novembre p.v. e per il Service Nazionale SIGHT for KIDS - programma di screening oculistico gratuito rivolto ai bambini in età prescolare e scolare, che si realizzerà prossimamente.

Silvia Barbieri Somenzini

Fotografia
Nella foto: La presidente del L.C Montù Beccaria Le Vigne allíinizio della Conviviale saluta il Governatore
Fotografia
Nella foto: Investiture da parte del Governatore del nuovo Socio Emerico Luna e Foto Ricordo Investitura
Fotografia
Nella foto: Investiture da parte del Governatore del nuovo Socio Emerico Luna e Foto Ricordo Investitura

Fotografia

Entratura di una nuova socia

Logo Lions Club Sabato 23 Settembre u.s. , nella suggestiva cornice del CASTELLO BECCARIA di ARENA Po, la Presidente del Lions Club Montù Beccaria “Le Vigne”, Benita Nicolini Maini, ha dato inizio ad una significativa serata per la vita del club, illustrando il programma che impegnerà i Soci nel prossimo anno sociale, sempre all’insegna del “ We Serve”.
Il Governatore Distrettuale Giovanni Bellinzoni, accompagnato dalla gentile Signora Paola, ha voluto testimoniare la sua stima per il Club intervenendo a questo evento, durante il quale è avvenuta l’affiliazione della nuova Socia, ROMINA ROSSI, che ha seguito il marito nell’intraprendere il percorso lionistico.
La serata è stata allietata dalla Soprano montuese GRAZIELLA BREGA, accompagnata dalla pianista giapponese AJA TOJOSHINA, che hanno eseguito brani d’opera , operetta e romanze famose molto applauditi ed apprezzati dai presenti che, alla fine, si sono complimentati con la Presidente per l’ottima organizzazione e per le importanti azioni di servizio che vedranno tutti i soci del club impegnati durante quest’annata.

Silvia Barbieri Somenzini



Tornate alla Home Page
Tornate all'Home Page