Lions Club Voghera La Collegiata

Lions Club Voghera La Collegiata

Anno Sociale 2019-2020


Fotografia

Nella foto: la Presidente del Lions Club Voghera La Collegiata, Mirella Gobbi ed il Direttore del “Corriere della Sera”, Luciano Fontana.

Incontro con il direttore del "Corriere della Sera", Luciano Fontana

Alla presenza di numerose autorità lionistiche e civili, tra cui l’Immediato Past Governatore Giovanni Fasani e l’Assessore alla Cultura del Comune di Voghera, Marina Azzaretti, il Lions Club Voghera La Collegiata, presieduto da Mirella Gobbi, ha organizzato, martedì 2 Luglio u.s., presso la Biblioteca Civica Ricottiana, un incontro con il Direttore del “Corriere della Sera”, Luciano Fontana, che ha presentato l’edizione aggiornata del suo saggio “Un Paese senza leader”.
L’autore ha illustrato i personaggi politici che hanno tenuto la scena negli ultimi vent’anni, politicamente sempre meno longevi: leader che, nel giro di pochi mesi hanno compiuto un'inarrestabile ascesa e una rovinosa caduta, infatti, nei venticinque anni della Seconda Repubblica, gli italiani hanno vissuto il crollo di tutti i tradizionali fronti politici.
Dal suo osservatorio privilegiato di Direttore del “Corriere della Sera” ha colto le tensioni generate da queste dinamiche e, con l'aiuto delle irriverenti vignette di Giannelli, ha tracciato una panoramica dell'attuale politica italiana: gli errori della sinistra e le nuove spinte del Centrodestra; l'irrompere sulla scena dei nuovi esponenti del M5S e la svolta nazionalista della Lega Nord.
In un'analisi a tutto campo e con retroscena e ritratti dei protagonisti che ha conosciuto «da vicino» (da Berlusconi a Renzi, da Salvini a Grillo e Di Maio, da D'Alema a Veltroni e Prodi), Fontana si chiede se sia possibile ricostruire una classe dirigente all'altezza della situazione e soprattutto se ci sia oggi un leader che sappia eliminare odi e rivalità per mettersi davvero al servizio del nostro Paese.
Questa serata è stata, dunque, l’occasione per fare il punto sui possibili scenari in questa delicata fase politica e per parlare del ruolo del giornalismo che, nei prossimi mesi, dovrà dimostrare serietà raccontando il nuovo, ma dovrà anche essere rigoroso, severo nei giudizi e, soprattutto, senza pregiudizi; un giornalismo accurato, non urlato, che possa vivere anche sul digitale, mezzo che sta cambiando il modo di comunicare attraverso l’utilizzo di espressioni semplici e lapidarie, spesso con insofferenza del pensiero altrui, usando un linguaggio, a volte, offensivo e violento verso chi ha un’opinione diversa.
Numerose le domande alla fine della relazione, a cui Fontana ha risposto in modo esaustivo, con la pacatezza del professionista, forte della sua lunga e provata esperienza, fornendo così un ritratto inedito ed indiscreto della politica italiana.

Evelina Fabiani

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page