Lions Club Casalbuttano

Lions Club Casalbuttano

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

Incontro sul diabete

Sabato 10 novembre in Cittanova, In occasione della Giornata Mondiale del diabete, i Lions Club del territorio cremonese L.C. Cremona Host, Cremona Stradivari, Cremona Duomo, Cremona Europea, Campus Nova, Torrazzo, Casalbuttano, Vescovato e Soresina, Distretto Lions 108IB3, Governatore Dr. Giovanni Fasani, hanno organizzato, insieme all'Associazione Diabetici Cremonesi, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Cremona, della Provincia di Cremona, dell'Asst e Ats Valpadana Cremona, un Incontro "Il diabete nella quotidianità" per aumentare la consapevolezza dell’impatto che il diabete ha sulla famiglia. È stato un incontro molto partecipato da un’ampia platea di studenti ai quali era rivolto l’incontro. Studenti che hanno seguito con attenzione i relatori che si sono susseguiti, e hanno apprezzato molto l’intervento di tutti ma in particolare del Triathleta ing. Mangiarotti che ha dimostrato come, seppur con il diabete, è riuscito a fare tutto nella vita ma soprattutto ad emergere e vincere, non solo come uomo ma come atleta. Si ringraziano tutti i relatori, i violinisti e il soprano e quanti hanno reso possibile questo evento!

Mirella Marussich
Presidente di Zona B, III Circoscrizione, Distretto 108IB3.

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

"Le nuove dipendenze"

Serata molto interessante quella di lunedì 22 ottobre 2018 presso il Ristorante “Il Gabbiano” di Corte de’ Cortesi . Molti i soci intervenuti oltre alla presenza del Presidente di Zona C Rosario Gentile. Il tema della serata dal titolo: "Le nuove dipendenze" introdotto brevemente dalla Presidente di Club Laura Parazzi è stato affrontato dal Dott. Franco Spinogatti (Primario della unità operativa di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Cremona, Direttore Medico del SERD –Servizio Dipendenze –ASST di Cremona).
Perché si parla di nuove dipendenze e che cosa si intende per dipendenza?
Fenomeno enorme al quale di solito ci avviciniamo in modo sbagliato. La dipendenza nasce da un’alterazione del comportamento dell’individuo portato ad abusare di certe sostanze o attività.
Il relatore ha elencato e presentato i vari tipi di sostanze come l’alcol, il tabacco, la droga e le nuove pericolosissime droghe sintetiche, quale incidenza hanno sulla salute dell’uomo e come alcune di queste possono influenzare la fisiologia del cervello oltre che colpire gravemente la salute dell’uomo.
Forti sono le similitudini di queste ‘dipendenze’ con le ‘nuove dipendenze’, in cui al posto di una “sostanza” vi è una “attività”, un “comportamento”. Come nelle tossicodipendenze l’autocontrollo entra in crisi. La persona tenta di resistere alla tentazione ma spesso cade preda dell’impulsività del momento, innescando quel circolo di astinenza e ricaduta. Anche in questo caso il relatore ha elencato alcune delle nuove dipendenze come il gioco, il lavoro, il telefonino, il cibo, lasciando intendere che il quadro è molto articolato e grave. La partecipazione del pubblico con domande e interventi ha reso la serata molto interattiva.

Lions Lucia Muchetti

Fotografia
Fotografia
Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Amore per il grande fiume nella relazione del Dott. Fulvio Stumpo

L’amore e la passione per il grande fiume Po sono stati il motore ispiratore per la stesura del libro "Eridano Bodinco Po: Uomini eroi e dei – Leggende d’acqua" del Dott. Fulvio Stumpo.
Giornalista del quotidiano La Provincia di Cremona e socio onorario del Club, è stato il relatore Lunedì 8 Ottobre della piacevolissima serata conviviale del Lions Club Casalbuttano sotto la guida della Presidente Laura Parazzi .
Eridano dalla civiltà greca, Bodinco dalla civiltà celtica e Po dalla civiltà romana sono i nomi del grande fiume che ci rimandano alle tre grandi civiltà che si sono succedute e insieme a loro alle favole e alle leggende che ne derivano. Medea, Giasone, Castore e Polluce sono alcuni nomi di personaggi leggendari che viaggiavano insieme alle loro storie con gli Argonauti, grandi navigatori ed esploratori e che hanno navigato su queste acque. Grazie ai racconti del relatore i soci hanno potuto scoprire storie nascoste e trovare la ‘spiegazione’ alla presenza della nebbia sul fiume, dei pioppi, dell’ambra che non c’è, delle secche e delle piene. Con i suoi racconti il relatore ha risvegliato nel pubblico ma soprattutto nei Cremonesi presenti, l’amore, il rispetto e la riconsiderazione del grande fiume che da anni è stato sfruttato male per non dire quasi dimenticato.

Lions Lucia Muchetti

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page