Lions Club Castelleone

Lions Club Castelleone

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

Intermeeting L.C. Crema Serenissima e L.C. Castelleone

Un ricordo di una tradizione molto sentita nel nostro territorio: la festa di S. Martino. I LLCC Crema Serenissima e Castelleone, presieduti rispettivamente da Elda Zucchi e Paolo Doldi, hanno rivissuto il calore di una ricorrenza che si lega al patrimonio di esperienza contadina e religiosa tipica della nostra zona. “Sanmartino” era sinonimo di trasmigrazione dei braccianti agricoli che, a conclusione del contratto agrario, proprio l’11 novembre, si trasferivano con la famiglia da una cascina ad un’ altra della nostra campagna, in vista della prossima stagione lavorativa. Questa data, come ha sottolineato Elda Zucchi, coincide con la sepoltura del santo, la cui agiografia è stata tracciata con l’ausilio di immagini pittoriche riguardanti i suoi viaggi ed il suo evergetismo nei confronti dei più poveri e deboli. L’aspetto più puramente tecnico del “sanmartino” è stato proposto dal relatore, il geom. Gianvittorio Gallini che, occupandosi di costruzioni agricole e problemi connessi, ha illustrato le modalità di trasferimento delle famiglie, i problemi incontrati nel lasciare la propria casa e nella presa di possesso di un’altra, con le relative difficoltà di ordine pratico, economico ed affettivo. La serata è stata caratterizzata anche da un momento di grande rivalutazione del patrimonio dialettale cremasco attraverso la recita, commossa e partecipata, di poesie da parte di Emi Peletti, Lina Casalini e Franco Maestri, presente, in qualità di Presidente del LC Crema Host, unitamente al Past Governatore Adriana Cortinovis Sangiovanni, al Presidente di Zona Alberto Zambelli, la Presidente del LC Pandino Gera D’Adda Viscontea Anna Fiorentini, Walter Ruffoni ed altri Officers Distrettuali.

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Spedizione occhiali usati

Spedizione occhiali usati con la collaborazione del Direttore delle Poste Italiane di Crema ,unitamente alla referente Elda Zucchi sono stati inviati 90 kg di occhiali usati al centro di Chivasso.
Si ringraziano i L.C. Crema Host, Crema Serenissima, Castelleone, Soncino, Cremona Duomo e Stradivari.
Un particolare ringraziamento al Presidente della Associazione Diabetici del Territorio Cremasco per la sinergica condivisone fattiva.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

L.C. Castelleone 14^ Charter

Il messaggio augurale del Presidente del Club Paolo Doldi ha aperto la 14^ Charter del LC Castelleone: parole affettuose di autentico apprezzamento per la fattiva ed intensa attività di questo sodalizio, che, ormai da parecchi anni, opera con spirito di amicizia, generosità e collaborazione per il territorio e per l'internazionalità. Entusiasmo ed energia rappresentano una costante del Club, che è unito e solidale nell'individuazione delle necessità e dei bisogni della propria realtà civica. Durante la serata, il Presidente ha annunciato il riconoscimento ricevuto dal Presidente della Zona A della III^ Circoscrizione Alberto Zambelli, in occasione del 50° anno di nascita di LCIF, per essere stato il promotore di una proficua raccolta fondi effettuata con i sussidi dei clubs della Zona A e B della III^ Circoscrizione, a beneficio dell’International Foundation of Lions Club per la lotta mondiale contro il morbillo. Il Past Governatore Distrettuale Adriana Cortinovis Sangiovanni è stata insignita della quarta Progressive Melvin Jones Fellow, massima onorificenza lionistica, per il suo costante pluriennale impegno nell'ambito del Club e, soprattutto, come Coordinatore dei Comitati “Cittadinanza Umanitaria Attiva” e “Comunicazione Interna ed Esterna” del distretto 108 Ib3, che comprende le provincie di Cremona, Lodi, Pavia e Piacenza. Gli ospiti Enrico Stellardi (in rappresentanza della Presidente del LC Pandino il Castello), Elda Zucchi (Presidente del LC Crema Serenissima) e Giovanni Maggi (Presidente della Zona A della V^ Circoscrizione), dopo aver ricevuto dal Club una pin a ricordo della serata, hanno augurato a tutti i soci un felice proseguimento della loro preziosa missione, vissuta all’insegna della gentilezza e della nobiltà d’animo, da veri lions. “Appartenere all’Associazione implica una scelta molto importante, che ci aiuta a comprendere a fondo il nostro we serve”, ha sottolineato il 1 Vicegovernatore Angelo Chiesa, massima autorità lionistica presente, che si è complimentato per la “passione” che anima i soci, che si concretizza nel desiderio di fare e di stare insieme per offrire un contributo all’umanità.
Ma il LC Castelleone non si ferma qui: sono state annunciate, per un futuro molto immediato, due iniziative molto importanti, che riguardano progetti vari ed un convegno organizzato dai Comitati distrettuali Comunicazione, Cittadinanza Umanitaria e Cultura.

Fotografia
Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Intermeeting L.C. Crema Serenissima e L.C. Castelleone

Interessantissimo l’intermeeting fra il LC Crema Serenissima, presieduto da Elda Zucchi ed il LC Castelleone, presieduto da Paolo Doldi, che hanno sottolineato la valenza dell’unione, dell’amicizia e dell’armonia fra i club, resa possibile dalla condivisione di intenti sociali e culturali. In apertura, la presidente Zucchi ha consegnato una pin del Centenario al socio Massimo Sanella, per aver presentato due soci. Successivamente, si è svolta la cerimonia di investitura di un nuovo socio del LC Crema Serenissima, Vittorio Zitun, presentato dalla presidente: dopo il diploma conseguito presso l’Istituto “Galilei” di Crema, essendo molto appassionato di motori, ha trasformato questa sua inclinazione in attività lavorativa. Dopo il suo primo viaggio con la “Vespa”, in solitaria, a Capo Nord, è diventato responsabile tecnico nella realizzazione di motori performanti per “Vespa”, scooter e motocicli e team manager della scuderia “Pinasco”, che partecipa a livello internazionale alle gare di indurance, ottenendo ottimi risultati. Vittorio, sempre in “Vespa”, ha compiuto lunghi viaggi in America ed in Europa. Il clou della serata è coinciso con la relazione “ Le acque che attraversano la città di Crema ed il territorio di Castelleone- Sistema difensivo”, del prof. Vincenzo Cappelli, già Preside, Presidente della Pro Loco e dell’Unicrema. Partendo da un’analisi storico-morfologica della situazione palustre primordiale dei territori in esame, il prof. Cappelli ha descritto ed illustrato i più importanti fossati naturali che lambiscono o circondano la periferia di Crema, che hanno alimentato i sistemi difensivi ed hanno supportato le attività economiche della città. Fin dai tempi più antichi è stato necessario regolarizzare il flusso dell’acqua, perchè il terreno poteva diventare improduttivo e c’era il rischio anche di gravi malattie, come la peste. Ai Benedettini ed ai Cistercensi il merito di aver insegnato a bonificare le terre. Particolare attenzione è stata riservata anche all’illustrazione delle rogge interne, di cui sono state colte le principali funzioni, sono stati individuati gli antichi sedimi e la loro situazione attuale. Particolarmente interessante è stata riconosciuta la zona fra il Rino e la Fontana, in mano agli Umiliati, che hanno creato un’isola su cui collocare 51 mulini, corrispondente all’attuale via Castello e che divennero molto potenti e ricchi, a tal punto da dominare l’economia della città.
La serata, molto apprezzata, è stata condivisa dalla presenza del Past Governatore Adriana Cortinovis Sangiovanni, del Presidente di Zona Alberto Zambelli, degli Officers Distrettuali Magda Franzoni, Bernardo Vanelli, Arrigo Fusar Bassini, Massimo Sanella e Riccardo Murabito (in rappresentanza del Presidente del LC Crema Host), di Gianfranco Vailati (Presidente del LC Soncino) e di Walter Ruffoni (in rappresentanza della Presidente del LC Crema Gerundo).

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page