Lions Club Castelleone

Lions Club Castelleone

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

Intermeeting L.C. Crema Serenissima e L.C. Castelleone

Interessantissimo l’intermeeting fra il LC Crema Serenissima, presieduto da Elda Zucchi ed il LC Castelleone, presieduto da Paolo Doldi, che hanno sottolineato la valenza dell’unione, dell’amicizia e dell’armonia fra i club, resa possibile dalla condivisione di intenti sociali e culturali. In apertura, la presidente Zucchi ha consegnato una pin del Centenario al socio Massimo Sanella, per aver presentato due soci. Successivamente, si è svolta la cerimonia di investitura di un nuovo socio del LC Crema Serenissima, Vittorio Zitun, presentato dalla presidente: dopo il diploma conseguito presso l’Istituto “Galilei” di Crema, essendo molto appassionato di motori, ha trasformato questa sua inclinazione in attività lavorativa. Dopo il suo primo viaggio con la “Vespa”, in solitaria, a Capo Nord, è diventato responsabile tecnico nella realizzazione di motori performanti per “Vespa”, scooter e motocicli e team manager della scuderia “Pinasco”, che partecipa a livello internazionale alle gare di indurance, ottenendo ottimi risultati. Vittorio, sempre in “Vespa”, ha compiuto lunghi viaggi in America ed in Europa. Il clou della serata è coinciso con la relazione “ Le acque che attraversano la città di Crema ed il territorio di Castelleone- Sistema difensivo”, del prof. Vincenzo Cappelli, già Preside, Presidente della Pro Loco e dell’Unicrema. Partendo da un’analisi storico-morfologica della situazione palustre primordiale dei territori in esame, il prof. Cappelli ha descritto ed illustrato i più importanti fossati naturali che lambiscono o circondano la periferia di Crema, che hanno alimentato i sistemi difensivi ed hanno supportato le attività economiche della città. Fin dai tempi più antichi è stato necessario regolarizzare il flusso dell’acqua, perchè il terreno poteva diventare improduttivo e c’era il rischio anche di gravi malattie, come la peste. Ai Benedettini ed ai Cistercensi il merito di aver insegnato a bonificare le terre. Particolare attenzione è stata riservata anche all’illustrazione delle rogge interne, di cui sono state colte le principali funzioni, sono stati individuati gli antichi sedimi e la loro situazione attuale. Particolarmente interessante è stata riconosciuta la zona fra il Rino e la Fontana, in mano agli Umiliati, che hanno creato un’isola su cui collocare 51 mulini, corrispondente all’attuale via Castello e che divennero molto potenti e ricchi, a tal punto da dominare l’economia della città.
La serata, molto apprezzata, è stata condivisa dalla presenza del Past Governatore Adriana Cortinovis Sangiovanni, del Presidente di Zona Alberto Zambelli, degli Officers Distrettuali Magda Franzoni, Bernardo Vanelli, Arrigo Fusar Bassini, Massimo Sanella e Riccardo Murabito (in rappresentanza del Presidente del LC Crema Host), di Gianfranco Vailati (Presidente del LC Soncino) e di Walter Ruffoni (in rappresentanza della Presidente del LC Crema Gerundo).

Adriana Cortinovis Sangiovanni

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page