Lions Club Crema Gerundo

Lions Club Crema Gerundo

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

"La situazione economica del nostro territorio"

Una serata di grande attualità è stata la conviviale del Lions Club Crema Gerundo, martedì 16 ottobre. Erano presenti Anna Fiorentini, presidente del lions club Pandino Gera d’Adda, Ginfranco Vailati, presidente del lions club Soncino e Silvana Bonizzi in rappresentanza del Lions club Crema Serenissima.
Relatore di prestigio il dott. Francesco Buzzella, presidente dell’Associazione industriali della provincia di Cremona, che ha presentato con precisione ma anche naturalezza e semplicità un argomento molto importante e di notevole interesse: la situazione economica del nostro territorio.
Con l’aiuto di alcune slides ha evidenziato le eccellenze della provincia di Cremona: la filiera del latte, della carne, dei dolci, pomodoro, ovviamente quella della cosmesi e ultima, ma non certo per importanza quella della liuteria, dichiarata da poco tempo addirittura patrimonio dall’Unesco.
Con sorpresa per tutti i soci e gli amici presenti ha poi aggiunto che la nostra provincia nonostante le difficoltà infrastrutturali, per quanto concerne la disoccupazione, dopo un calo evidente dovuto alla crisi degli anni 2007/2009, si è attestata, contrariamente alle altre province lombarde, su un trend costante senza ulteriore incremento del numero dei disoccupati
Infine dopo un breve excursus su tutti gli altri comparti dell’industria dalla meta metalmeccanica, alla chimica di cui l’azienda di famiglia è uno dei poli di eccellenza del cremasco in particolare, ma di respiro mondiale, il dott Buzzella ha evidenziato che in uno studio commissionata alla Ambrosetti si evince che la nostra provincia è una realtà più vivibile di altre nel contesto lombardo, quindi ha risposto con cortesia ed estrema competenza ad alcune domande rivoltegli dai presenti.
In chiusura, la Presidente del club, Roberta Jacobone, ha regalato all’illustre ospite il guidoncino del club a ricordo di questa bellissima serata, sottolineando che il mondo lions è sì disponibilità nei confronti di chi soffre, ma anche cultura e conoscenza a 360°.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Conviviale di apertura Anno sociale 2018/2019

Presso il ristorante “Il fondaco Dei Mercanti” si è aperto l’anno sociale 2018/2019 del Lions Club Crema Gerundo.
Ospite della serata l’artista Stefano Ogliari Badessi
Dopo le parole di benvenuto da parte della presidente Roberta Jacobone, ha preso la parola l’artista, che prendendo spunto dalla vita e dalle parole di Melvin Jones, fondatore cento anni fa del mondo lions, che pur facendo parte di una forte lobby statunitense aveva abbandonato il mito del denaro e del profitto per dedicarsi alla realizzazione di un sogno: quello di aiutare chi ha bisogno non solo negli Usa, ma in tutto il mondo con un particolare interesse per i bambini, e per tutti coloro che necessitano di sostegno, dichiarando che anche per lui fare arte significa inseguire, realizzare un sogno ed emozionare il pubblico
Stefano nato a Crema, ha frequentato il liceo artistico e poi l’accademia di Brera. Dopo un primo periodo trascorso nella sua città, ha deciso di trasferirsi a Singapore dove ha incominciato a lavorare ad opere artistiche di grandi dimensione, di grande impatto visivo ed emozionale. L’animale che più viene da lui rappresentato è la balena simbolo ancestrale e al tempo stesso visionario. Le sue opere sono presenti ormai in molti paesi dagli Stati Uniti, alla Cina, all’Italia dove è stato ospite della biennale di Venezia.
L’arte e la cultura quindi come veicolo per far sognare le persone…..questo il messaggio di Stefano, che davvero è riuscito nel suo intento raccontando il suo modo di fare arte a tutti i presenti, ribadendo che ognuno di noi può realizzare e raggiungere per se’ ma anche e soprattutto per gli altri grandi obiettivi, che altro non sono che gli scopi dei club lions.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page