Lions Club Crema Gerundo
Lions Club Crema Gerundo

Visitate il sito del Club Visitate il sito del club



Notizie dal Club

Fotografia

Conviviale di chiusura Anno 2017-18

Logo Lions Club Si è tenuta presso il ristorante Maosi, martedì 19 giugno, la conviviale del Lions Club Crema Gerundo in cui si è effettuato il tradizionale passaggio di consegne delle cariche del club tra Amedeo Zaccaria,presidente 2017/2018 e Roberta Jacobone , nuovo presidente per l’anno sociale 2018/2019. Alla serata erano presenti Zina Di Cesare in rappresentanza del Lions Club Pandino Gera D’Adda Viscontea e Claudio Bolzoni, presidente del club Crema Serenissima oltre a numerosi soci e amici. Al termine della cena allietata dal bravissimo due musicale Mimmo e Laura, si è tenuto il passaggio delle cariche vero e proprio con lo scambio dei distintivi e con la consegna della campana e del martelletto. Quindi il presidente uscente ha ringraziato, per la collaborazione e l’amicizia dimostrate, i consiglieri che lo hanno affiancato nella gestione del club e alcune socie in particolare per la loro disponibilità e generosità: Ginetta Ornaghi Lacchinelli , Franca Provezza Firmi, Anna Bergami Bossi e Silvana Carnevali Cattaneo che da sempre affiancano i vari presidenti con iniziative che permettono al club di portare a termine i services prefissati. Ha preso poi la parola il nuovo presidente, Roberta Jacobone, accolta con affetto e stima da tutti i soci, che dopo aver ringraziato Amedeo Zaccaria, ha presentato il proprio organigramma e gli obiettivi per il 2018/19, ricordando i principali temi lionistici nazionali ed internazionali, ma ribadendo ancora una volta che certamente non saranno di secondaria importanza le esigenze e le aspettative del nostro territorio. Al termine della cerimonia, con un lungo e caloroso applauso i soci presenti hanno ringraziato il past presidente per l’impegno profuso e augurato buon lavoro alla presidente incoming.

Fotografia


Fotografia

Poster per la Pace e Progetto Sofia

Logo Lions Club Come tutti gli anni il Lions club Crema Gerundo ha coinvolto la scuola secondaria di primo grado di Montodine, Ripalta Cremasca e Credera nel concorso “Un poster per la pace”. Alunni della classe seconda e terza del plesso di Montodine hanno partecipato con il consueto entusiasmo e “professionalità” , accompagnati dalla loro insegnante di E. Artistica. Venerdì 11 maggio u.s. il presidente Amedeo Zaccaria con la collaborazione del valente “fotografo” del club, il socio Alberto Zambelli hanno assegnato le targhe ai tre ragazzi : Mia Podenzana ,Christian Chiodo (classe seconda) e Tommaso Cortesi(classe terza), i cui disegni, scelti dai soci durante l’assemblea del 5 aprile, sono stati ritenuti i migliori tra i sei presentati al concorso nello scorso mese di novembre 2017. Tre targhe a pari merito che premiano l’impegno degli alunni e il significato altamente meritorio del concorso. Infatti vedendo quanto realizzato dai ragazzi è doveroso e giusto nutrire speranza per il futuro, come precisamente declinava il titolo del concorso: il futuro della pace. Grande soddisfazione da parte di tutti i partecipanti e da parte del club LIons promotore dell’iniziativa.
Sempre il Lions club Crema Gerundo insieme alla Croce Rossa Italiana (comitato di Crema) ha proposto il service pluriennale “Viva Sofia” a un centinaio di alunni di classe seconda della scuola media Claudio Abbado di Ombriano. Si tratta di un progetto di grande valore etico e civico che intende far riconoscere, anche ai giovani, le situazioni di emergenza e di pericolo e a saper assistere una persona in difficoltà in attesa che arrivino i soccorsi. Gli studenti coinvolti hanno appreso le varie tecniche di soccorso con l’aiuto di filmati e di simulazioni su manichini, mostrando un attento e partecipato interesse.

Fotografia


Fotografia

Intermeeting sul Centenario Lions

Logo Lions Club Il LC Castelleone, presieduto da Dante Corbani, da un'idea nata dal Coordinatore del Centenario del Club, Luigi Manfredoni, ha dato vita ad un intermeeting dedicato a questo evento, unitamente ai Club Crema Host (Presidente Paola Orini), Soresina (Albino Gorini), Soncino (Primo Podestà), Pandino Gera D'Adda V. (Anna Fiorentini), Crema Gerundo (Amedeo Zaccaria), Crema Serenissima (Claudio Bolzoni), Pizzighettone Città Murata (Vicepresidente Agostino Zaccarini), Leo Club Crema (Debora Gritti).
Relatore d'eccezione il Coordinatore Distrettuale del Centenario Massimo Camillo Conti, che ha esordito con un appassionato ricordo di Melvin Jones, nato in Arizona, poi trasferitosi a Chicago, dove entrò a far parte del Business Circle, un gruppo di uomini d'affari, di cui divenne ben presto segretario. A questo punto, si chiese se queste persone, che godevano di successo per il loro impegno, la loro intelligenza ed ambizione, potessero mettere il loro talento e la loro intelligenza e conoscenza al servizio della comunità per migliorarne le condizioni. Dopo aver invitato delegati di molti club di tutto il Paese, si riunì con loro a Chicago per porre le fondamenta di un'organizzazione per servire i più bisognosi, per cui il 7 giugno 1917 nacque il Lions Club International. Oggi, i Soci sono più 1.350.000, presenti in più di 200 Paesi del mondo.
Nell'anno lionistico 2014/15 sono iniziate le celebrazioni per il Centenario Lions e si chiuderanno il 30 giugno di quest'anno. Lo scopo delle celebrazioni era servire almeno 100.000.000 di persone nei seguenti ambiti: giovani, ambiente, vista, fame, in seguito, diabete.
Ad oggi, sono state servite più di 227.500.000 persone: 70.000.000 (tema giovani), 70.000.000 (tema ambiente), 35.000.000 (tema vista), 50.000.000 (tema fame), 5.000.000 (tema diabete).
Cento soci Lions e Leo hanno partecipato alla serata, molto importante per il contenuto celebrativo e per la presenza del Governatore Distrettuale Giovanni Bellinzoni, del 1VDG Giovanni Fasani, del 2VDG Angelo Chiesa, del PDG Adriana Cortinovis Sangiovanni e del Presidente di Zona A Enrico Stellardi. Tutti hanno espresso parole di plauso per questo evento, che ha riunito in un'atmosfera di armonia tanti soci, i quali sono stati ampiamente ragguagliati dal relatore anche riguardo alle iniziative multidistrettuali: l'emissione di un francobollo e di una moneta commemorativi, la creazione di un leoncino della Thun, il libro “La storia Infinita”, redatto dai rappresentanti di tutti i Distretti, la partecipazione al giro d'Italia 2016/17, un premio giornalistico per articoli scritti sulle principali testate a tiratura nazionale, una regata velica in Adriatico, oltre a gadget e pin riguardanti l'evento.
A completamento della relazione, ogni club, che ha lavorato per il Centenario, ha visto la citazione della propria attività in una dimensione di apprezzamento ed orgoglio del proprio “we serve”.

Adriana Cortinovis Sangiovanni


Fotografia

Riconsegna alla diocesi di un dipinto di Bernardino Lanzani

Logo Lions Club Lunedì 26 fabbraio alle ore 17 in cattedrale a Crema, il Lions club Crema Gerundo ha riconsegnato alla diocesi un dipinto di Bernardino Lanzani, frutto del service per l’anno sociale 2016/2017. La lunetta di grandi dimensioni è dedicata alla “Istruzione della Vergine” un tema poco frequente nella iconografia mariana, inoltre l’opera è dipinta anche sul retro con un’immagine monocroma di San Sebastiano. Un unicum nella storia dell’arte cremasca e per questo motivo ancora più preziosa. Alla presenza di sua Eccellenza il Vescovo di Crema, Daniele Gianotti e del Governatore del distretto 108ib3, Giovanni Bellinzoni, di altri officers lions e di un numeroso pubblico , la past- presidente Ombretta Cè ha ricordato ancora una volta come il motto “WE serve” proprio del mondo lions ispiri i service dei club, che si adoperano , spesso in silenzio, con uno sguardo il più possibile attento alle istanze del mondo in generale o in particolare alle esigenze del territorio in cui si trovano ad operare. Si tratta di opere umanitarie, ma non solo e nel caso in questione si è trattato di un’opera di grande valore artistico, storico e iconografico da restituire alla fruizione di tutta la città. Alla sera poi si è svolta la charter del club, che nato nel 1987, compiva ben trent’anni. Una data importante, pertanto il Presidente, Amedeo Zaccaria, ha invitato a festeggiare l’evento, alcune socie fondatrici, in quanto il Lions Gerundo nasceva addirittura tre anni prima come club lioness. A ricordo è stato stampato un libretto in cui vengono ricordati tutti i presidenti e i service effettuati. Una bellissima serata all’insegna del ricordo, ma anche e soprattutto di una grande amicizia.

Fotografia


Fotografia

Conviviale con il Panatlon Club Crema

Logo Lions Club Una serata all’insegna dei valori dello sport e della solidarietà, martedì scorso 14 novembre, la conviviale congiunta del Lions club Crema Gerundo e il Panatlon club Crema. Gli ospiti Tiberio Roda e Paola Roncareggi accompagnati dal dottor Luca Morelli hanno illustrato il metodo Rsb e spiegato i benefici per i malati di Parkinson Obiettivo della serata era la diffusione di una maggiore conoscenza sul programma e sui benefici dell’esercizio fisico intenso per i malati di Parkinson attraverso lo della sport boxe non da contatto. Attualmente le palestre in Italia che si dedicano a questa attività sono solamente tre (Ponte Lambro, Venezia e Prata Comportaccio) ma molte sono le richieste e la curiosità suscitata. I due illustri ospiti si augurano che anche nella nostra città possa nascere una palestra che possa offrire al territorio questa opportunità. Per la diffusione del Rock Steady Boxing, nato negli stati uniti, dove Tiberio e Paola si sono recati per diventare i primi coach in Italia, hanno creato un fondo “Tiberio & Paola , un pugno al Parkinson”con benefici fiscali per chi dona in modo da raccogliere e favorire attività filantropiche. Grande interesse e attenzione hanno suscitato i video trasmessi e le relazioni di Paola e del dott. Morelli, a loro un grazie da tutti i soci dei due club e dal presidente lions, Amedeo Zaccaria, e dal presidente Panathlon, Massimiliano Ashedamini.


Fotografia

Visita di una classe IV del Liceo Linguistico "A. Racchetti" di Crema alla lunetta in fase di restauro

Logo Lions Club I lions al servizio della comunità. Nell’anno sociale 2016/17 il lions club Crema Gerundo ha deciso, come proprio service principale, di far restaurare una lunetta posizionata nella sacrestia dei canonici della cattedrale di Crema. La lunetta di grandi dimensioni rappresenta l’Istruzione della Vergine, tema poco frequentato nella storia dell’Arte. L’autore dell’opera è Bernardino Lanzani, pittore cinquecentesco documentato a Crema intorno al 1530, ma conosciuto principalmente per aver operato in provincia di Piacenza, precisamente a Bobbio.
Gli storici dell’arte Matteo Facchi e Gabriele Cavallini hanno sollecitato qst intervento di recupero alla past presidente lions Ombretta Cè, perché il dipinto presenta una particolarità importante, quasi un unicum, è infatti dipinto avanti/ retro: davanti appunto si può ammirare la Vergine, sulla destra, insieme ad altre donne che stanno leggendo o forse meglio studiando un libro e sul lato sinistro due dotti che dimostrano disinteresse e distacco nei confronti delle ragazze, perché come specifica Don Emilio Lingiardi non ci può essere commistione tra gli uni e le altre. Sul retro sono stati dipinti in monocromo San Sebastiano e due angeli.
Il restauro affidato a Paolo Mariani e ai suoi collaboratori procede speditamente ed è fatto oggetto di interesse da parte di docenti ed insegnanti delle scuole di Crema. Settimana scorsa una classe quarta del liceo linguistico Racchetti/Da Vinci accompagnata dalle insegnanti Ida Zucca ed Elisa Muletti si è recata in San Bernardino, dove è posizionata la lunetta in fase di restauro, per assistere a una vera e propria lezione di storia e arte.
La lunetta, una volta terminata sarà posizionata, nella prima settimana di dicembre, nella cattedrale di Crema, sull’altare del Battistero, in modo tale che tutta la cittadinanza possa ammirare qst capolavoro che per tanti anni è rimasto nascosto alla fruizione del pubblico. Ancora una vota all’insegna del motto Lions : WE SERVE.


Fotografia

Serata di Apertura

Logo Lions Club Piacevole e interessante serata di apertura del nuovo anno sociale per il Lions Club Crema Gerundo, presso il ristorante Maosi, martedì 26 settembre. Erano presenti l’ing. Giuseppe Strada, presidente della Fondazione San Domenico e la dott. Roberta Ruffoni responsabile della comunicazione della fondazione stessa. Erano altresì presenti i presidenti di alcuni club lions della zona: Anna Fiorentini presidente del Pandino Gera d’adda, Paola Orini del Lions Crema Host, Franco Cenadelli del Pandino Castello, Dante Corbani del club di Castelleone e Sivana Bonizzi in rappresentanza del Club Crema Serenissima
In apertura di serata si è svolto il consueto scambio delle cariche tra il presidente uscente, Ombretta Cè, e il nuovo Amedeo Zaccaria, quindi dopo un breve saluto a tutti i soci e amici presenti, la serata ha visto gli ospiti presentare l’attuale situazione della fondazione San Domenico, le prospettive future e la prossima stagione teatrale.
Giuseppe Strada, ha ricordato quello che era stato fatto negli anni precedenti alla sua presidenza: l’acquisizione dell’istituto Folcioni, le passate stagioni teatrali, la creazione della galleria d’arte, per poi passare a presentare, con la sua consueta verve e simpatia, le nuove iniziative come il partenariato con l’Accademia della Scala di Milano, il bando nazionale che ha permesso l’arrivo di un nuovo consulente artistico, i numerosi concerti tenuti dai maestri dell’istituto Folcioni in teatro e in altre location della città e del cremasco ed infine la creazione di un piccolo ridotto del teatro nella sala Bottesini grazie al nuovo servo scala fruibile anche dalle persone con disabilità e le più consone attrezzature acustiche e luminose.
Roberta Ruffoni ha presentato, con grande precisione, gli spettacoli di prosa, danza e musica che andranno a formare la nuova stagione teatrale.
I soci e gli amici presenti alla serata hanno apprezzato le due esaurienti e piacevoli relazioni ringraziando gli ospiti con un caloroso applauso.
La presenza dei due relatori testimonia inoltre il felice rapporto che esiste tra i club lions e le istituzioni cittadine in quanto tra i service che il lions Crema Gerundo onorerà in questo anno sociale ci sarà una borsa di studio offerta a una ragazza etiope che arriverà a Crema per frequentare un corso presso l’Istituto musicale folcioni.



Tornate alla Home Page
Tornate all'Home Page