Lions Club Soncino

Lions Club Soncino

Anno Sociale 2018-2019


Fotografia

Italia-Polonia. Un confronto organizzato dal L.C. Soncino

Il 23 novembre scorso si è svolto il tradizionale meeting del LC Soncino.
Ospite e relatore della serata è stato l’economista polacco Prof. Pawel Jeglinski, che da tempo intrattiene rapporti culturali e professionali con la nostra nazione, il quale ha magistralmente trattato il tema della serata, improntato ad un parallelismo fra Italia e Polonia, dal punto di vista economico, culturale e turistico.
Sotto la guida attenta del presidente Gianfranco Vailati, coadiuvato dal cerimoniere Adriano Corradini e con la nutrita presenza di soci e amici ospiti, ha preso avvio la serata che sin dalle prime battute e dal poderoso curriculum del relatore, si è preannunciata di enorme interesse.
Il Professor Pawel ha saputo trasferire ai presenti una serie di dati che hanno espresso il graduale sviluppo economico-culturale della propria nazione, che, dopo essersi svincolata da un regime coercitivo, ha saputo prendere in mano il proprio destino, con volontà ed impeto. Interessante è stato apprendere il funzionamento della “macchina statale” caratterizzato da snellezza amministrativa e modernismo pragmatico, dopo anni di statalismo. Significativi i passaggi dedicati al Papa Giovanni Paolo II che non ha mai abbandonato il proprio stato di origine, e che non ha mai fatto mancare il proprio sostegno.
Domande interessate hanno portato il Professor Pawel a sintetizzare l’articolato processo, mediante il quale la Polonia ha saputo riconoscere la proprietà privata, creando le premesse per un repentino sviluppo globale della nazione. Toccante è stato l’ascoltare come i Polacchi abbiano da subito iniziato con soddisfazione e spirito di iniziativa, a fare impresa inseriti in un mercato libero.
I parallelismi con l’Italia son stati numerosi e di grande interesse. Veri spunti su cui si è potuto ragionare approfonditamente.
I rapporti polacchi con l’Europa, sono stati improntati con lungimiranza, e, a differenza della nostra Nazione, senza rinunciare alla propria sovranità monetaria, prendendo esempio da numerosi altri stati, tra cui la Gran Bretagna.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Dai Lions Soncino le tradizionali borse di studio

Il dieci novembre, nella sala consiliare del Comune di Soncino, si è svolta la tradizionale consegna delle borse di studio agli allievi meritevoli della terza media dell’anno scolastico 2017/18. Un po’ tremanti e imbarazzati si sono presentati Laura Pizzoccheri di 3aA, Ivan Pasolini di 3aB e Francesca Ambrogi di 3aC, , accompagnati dai familiari, parenti, insegnanti e molti amici e compagni di scuola: un’occasione per esprimere gratitudine al mondo soncinese dell’istruzione, sempre in prima linea nell’incoraggiare, aiutare e formare i propri alunni, proiettati nel futuro, e muniti di tutte quelle conoscenze umane e culturali che li caratterizzeranno per tutta la vita. La cerimonia si è svolta grazie alla collaborazione dei soci intervenuti e sotto la guida del presidente del LC Soncino Gianfranco Vailati, che si è complimentato coi ragazzi premiati e coi loro compagni presenti, sottolineando come nelle loro mani sia posto il futuro della Comunità. Un ruolo importante che non deve spaventare, ma stimolare ognuno a dare il meglio di sé.
L’assessore del Comune di Soncino Roberto Gandioli, in rappresentanza del Sindaco Gallina, ha calorosamente ringraziato i ragazzi premiati e licenziati col massimo dei voti, in quanto la loro preparazione (che continuerà in futuro), potrà essere di stimolo per altri ed una risorsa enorme per tutti. Un vero esempio di vita, “quali navigatori che affrontano con coraggio il mare, senza aver ancora individuato il porto di approdo, ma ben sapendo come mettere le loro vele al vento”.
Anche il dirigente scolastico prof. Bacecchi ha voluto congratularsi con i suoi ex alunni augurando loro di rincorrere sempre il sapere.
La consegna degli attestati è stato un momento di meritato tripudio, ricordando che l’iniziativa è stata sostenuta anche grazie alle “attenzioni” della Banca del territorio Gruppo BP Milano sede di Soncino.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Spedizione occhiali usati

Spedizione occhiali usati con la collaborazione del Direttore delle Poste Italiane di Crema ,unitamente alla referente Elda Zucchi sono stati inviati 90 kg di occhiali usati al centro di Chivasso.
Si ringraziano i L.C. Crema Host, Crema Serenissima, Castelleone, Soncino, Cremona Duomo e Stradivari.
Un particolare ringraziamento al Presidente della Associazione Diabetici del Territorio Cremasco per la sinergica condivisone fattiva.

Fotografia

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

I Lions del Soncino a fianco della S. Vincenzo

Il Lions Club Soncino da molti anni è presente sul territorio prendendosi carico di innumerevoli iniziative, che volutamente spesso passano inosservate, a vantaggio sia del territorio che dei propri abitanti. E’ così che da tempo è nata una profonda collaborazione con la Fondazione S. Vincenzo de’ Paoli, nella persona della iper attiva Presidente Silvana Nobilini, per focalizzare con la stessa le problematiche più significative a cui poter rispondere con impegno, dedizione e sincera e umile buona volontà.
Si sono affrontati i vari temi di intervento, consapevoli che primariamente le necessità della fondazione, perlomeno in questo specifico momento, sono di tipo alimentare ed igienico sia per l’ambiente che per le persone destinatarie del prezioso e spontaneo supporto. E’ per questo motivo che il LC Soncino, rappresentato dall’infaticabile presidente Gianfranco Vailati e da un gruppo di soci del club, si è fatto promotore di una appassionata raccolta di prodotti di prima necessità, che sono stati poi messi a disposizione della S. Vincenzo affinchè potessero essere consegnati alle famiglie assistite con tanto amore e generosità discreta.
E’ bello poter notare come, in un mondo denso di messaggi altisonanti e spesso vuoti e di solo puro effetto, vi siano organismi che in silenzio e con modesta tenacia, credano fermamente e si muovano per migliorare l’esistenza di altri.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

I Lions del Crema Host del Crema Serenissima e del Soncino sulla pediatria ospedaliera di secondo livello

Venerdi 19 Ottobre si è svolto, presso il Ristorante Nuovo Maosi, l’intermeeting dei Lions Clubs Crema Host, Crema Serenissima e Soncino dal tema “Il ruolo della Pediatria Ospedaliera di secondo livello, all’interno della Rete di assistenza delle malattie croniche, quali il Diabete e le Malattie Tumorali”>>>>>> I Clubs rappresentati dai numerosissimi soci intervenuti e dai relativi presidenti Franco Maestri, Elda Zucchi (sostituita da Massimo Sanella) e Gianfranco Vailati, hanno ospitato il relatore della serata : il Dr. Emilio Canidio – Primario del Reparto di Pediatria dell’Ospedale Maggiore di Crema, una persona carismatica e di grande talento.
Soffermandosi sull’opportunità del dialogo sinergico Diabete e Cancro Pediatrico, temi affrontati nella serata, come da linee guida internazionali.
Il Dr. Canidio ha introdotto l’argomento, definendo la Pediatria come la Medicina Generale del bambino curato nella sua interezza, non guardando solo all’aspetto del corpo, ma anche a quello psicologico e relazionale. Cercando di coadiuvare gli aspetti anche più delicati del rapporto bimbo/famiglia/struttura ospedaliera. Importante è fare in modo che i genitori collaborino affinché il bimbo possa superare la patologia, oppure convivere con la stessa, in un clima il più sereno possibile.
Il Relatore della serata ha inoltre trattato l’importanza basilare di tessere relazioni con altre strutture ospedaliere sinergiche, sia nel campo della pediatria che in quello del diabete, al fine di poter creare “ponti di comunicazione”, per instaurare un dialogo medico scientifico costante, mettendo in comune informazioni specifiche, conoscenze ed esperienze vissute.
Altrettanto significativo è stato il passaggo riferito alla classe medica, nella quale esiste una rilevante presenza di persone altamente preparate ed appassionate della loro professione, un enorme patrimonio che spesso non è conosciuto. Questo concetto è stato anche riportato nell’intervento del Prof. Serra (emerito pediatra cremasco e socio del LC Crema Host) che ha precisato la tanta buona volontà, passione ed umiltà del corpo medico sia del presente che del passato.
Altro tema di enorme importanza è stato quello delle patologie neonatali, che rappresentano un mondo a sé, con esigenze specifiche, anche se rientranti nella pediatria generale. Questo lascia ampio campo alle problematiche relative alla riorganizzazione delle risorse al fine di evitare dispersioni sia economiche che professionali.
Al termine della serata, il Dr. Canidio ha risposto ai numerosissimi interventi degli amici lions presenti all’intermeeting, i quali, attratti dal coinvolgimento ricevuto, hanno coralmente ringraziato il relatore per la professionalità e l’umanità esternata.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina


Fotografia

Il Lions Club Soncino e i disturbi dell'apprendimento

Il 21 corrente ha avuto inizio la nuova annata del Lions Club Soncino sotto la guida dell’infaticabile presidente Gianfranco Vailati, coadiuvato dal cerimoniere Adraiano Corradini e supportati da tutti i soci e amici.
Il presidente ha fatto gli onori di casa ed ha presentato l’Ospite della serata, la relatrice: Dr.ssa Patrizia Pandini. Persona carismatica, preparata e “addetta ai lavori”, svolgendo un’attenta assistenza nel campo delle problematiche legate all’apprendimento dei bambini.
Ha così decisamente introdotto l’argomento focalizzando le difficoltà che vengono incontrate dai soggetti deboli, quali: la lettura faticosa, lenta e scorretta – gli errori ortografici conseguenti alla difficoltà nel costruire la scrittura – la presenza di una grafia non chiara o incomprensibile (disgrafia) – la difficoltà nei calcoli (discalculia). L’origine è neuro-biologica.
La Dr.ssa Pandini ha galvanizzato i presenti parlando, fra l’altro, della dislessia, che è il disturbo più frequente ed anche il più subdolo, perché spesso non è immediatamente visibile e può permanere per tutta la vita, anche se in età adulta, in molti casi, tende ad essere resa più fluente ma, a volte, non eradicata, permanendo disturbi di comprensione e di fatica durante la lettura stessa.
I disturbi specifici non “supportati” possono creare dispersione scolastica. Gli insuccessi creano l’abbandono scolastico o la scelta di scuole a basso profilo.
Le difficoltà non superate possono creare ansie, rabbie, scarsa fiducia in se stessi e rifiuti cognitivi. Da qui la necessità di vivere in un ambiente sereno e collaborativo.
Il nostro ordinamento prevede, con la legge 170 del 2010, gli adeguati supporti e le figure professionali deputate agli aiuti specifici, anche nel settore del difficile controllo della “attenzione”.
Durante la serata si sono susseguiti approfondimenti e domande specifiche poste alla dottoressa da parte degli intervenuti al meeting, attratti dalla importanza della materia che riguarda da vicino la vita di ognuno, e dal modo coinvolgente con cui è stata trattata.
Anche il Presidente di circoscrizione Lion Alberto Zambelli, la Lion Ombretta Cè del Club Gerundo Crema e il Prof. Baciocchi Preside scolastico, ospiti del “Soncino” e intervenuti alla serata, hanno espresso la loro gratitudine sia al Club che alla dr.ssa Pandini per il modo tanto coinvolgente e chiaro con cui sono stati trattati argomenti anche di carattere personale.

Torna all'inizio della Pagina Torna all'inizio della pagina



Torna alla Home Page
Torna alla Home Page